Home | Golf | Campionati golf 2017 | Golf – Pga Tour: Sale F. Molinari (4°), scende T. Woods (10°)

Golf – Pga Tour: Sale F. Molinari (4°), scende T. Woods (10°)

Vola Charley Hoffman, con cinque colpi di vantaggio – Woods (10°), a disagio nel vento, ha perso cinque posizioni

Francesco Molinari è salito dal quinto al quarto posto con 208 (69-68-71, -8) colpi e Tiger Woods è sceso dal quinto al decimo con 212 (69-68-75, -4) nel terzo giro dell’Hero World Challenge, evento del PGA Tour giunto alla 19ª edizione, organizzato dallo stesso Woods attraverso la sua Fondazione e riservato a 18 selezionati campioni compresi otto tra i primi dieci del world ranking.
Sul percorso dell’Albany Golf Course (par 72), nel distretto di New Providence alle Isole Bahamas, ha consolidato la leadership Charley Hoffman (202 – 69-63-70, -14), portando a cinque i colpi di vantaggio sugli inseguitori grazie a un 70 (-2) miglior score in una giornata ventosa che ha messo a dura prova i concorrenti.
Solo altri tre sono scesi sotto par con un 71 (-1): Francesco Molinari, autore ancora di una tonica prova, quindi Justin Rose, approdato in seconda posizione con 207 (-9), dove è affiancato da Jordan Spieth, numero due mondiale, e Patrick Reed, quinto con 209 (-7) alla pari con Matt Kuchar, Rickie Fowler, con l’inglese Tommy Fleetwood e con il giapponese Hideki Matuyama, che non ha più possibilità di difendere il titolo.
 
Sono rimasti in bassa classifica Justin Thomas, numero tre del world ranking, 12° con 213 (-3), Dustin Johnson, numero uno, 13° con 216 (par), e lo svedese Henrik Stenson, 16° con 218 (+2).
Francesco Molinari, come quasi tutti i concorrenti, ha accusato problemi alla buca 10, che ha pagato con un doppio bogey, ma nel resto del tracciato ha espresso un gioco molto solido con un birdie in uscita e due nel rientro.
Tiger Woods è stato in difficoltà per dieci buche dove ha segnato cinque bogey. Ha commesso soprattutto errori di strategia, più che di gioco, che l’hanno portato a dover eseguire colpi di recupero parecchio difficoltosi e quindi soggetti a errore.
Probabilmente ha pesato anche la lunga lontananza dai campi. Successivamente ha ripreso il controllo e ha realizzato due birdie per un totale di 75 (+3).
Charley Hoffman, 41enne di San Diego (California) con quattro titoli nel circuito, notoriamente a suo agio nel vento, ha realizzato sei birdie, due bogey e un doppio bogey.
Il montepremi è di 3.500.000 dollari.
Diretta su Sky.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone