Home | Interno | «Ala Matematica»: sei proposte per Ala

«Ala Matematica»: sei proposte per Ala

Escape room, libretto didattico per bambini, una app per fare la caccia al tesoro in centro ad Ala, e altro ancora, tutto nel segno di Malfatti, matematico alense

Escape room, libretto didattico per bambini, una app per fare la caccia al tesoro in centro ad Ala, e altro ancora, tutto nel segno di Malfatti, matematico alense.
E poi dicono che i matematici sono gente poco pratica e la loro materia è solo teoria. Hanno dimostrato che è esattamente il contrario, i 34 studenti di matematica che hanno partecipato Ala_Matematica, iniziativa sostenuta dall'assessorato alla coesione territoriale della Provincia e dal Comune di Ala.

Gli studenti hanno soggiornato all'Handycamp di Ronchi, ospiti dei volontari del Cas, per tre giorni; guidati dal professor Claudio Fontanari, hanno lavorato sulla figura di Gianfrancesco Malfatti, matematico del Settecento nato ad Ala, e poi, divisi in gruppi, hanno elaborato delle proposte da attuare sul territorio comunale.
Per il Comune, il progetto è stato coordinato dalla biblioteca comunale. Tutti i progetti avevano in comune la promozione e valorizzazione del territorio, e un filo conduttore legato alla figura di Malfatti e alla matematica. I progetti sono stati presentati questa mattina, 3 dicembre, nella sala del consiglio comunale.
 
 IL LIBRO 
La prima proposta degli studenti presentata stamattina consiste in un libretto illustrato, adatto anche ai bambini, dedicato alla figura di Malfatti.
Ispirazioni alle storie contenute nel libretto sono le vicende del matematico, e tra queste quello che si narra fu lo spunto dal quale nacque il problema geometrico che ne ha preso il nome.
Sempre il «problema di Malfatti» potrebbe essere proposto in forma di gioco all'interno del libretto, e magari essere riprodotto in biblioteca con delle figure. Il volume potrebbe essere il primo di una collana dedicata agli alensi illustri.
 
 LA SALA MALFATTI 
Sapendo che il Comune prevede l'apertura di due musei (dedicati ai tessuti e ai pianoforti antichi) un gruppo di ragazzi ha proposto la creazione di una “sala Malfatti”, contenente degli oggetti interattivi dedicati alle sue scoperte, le opere del matematico digitalizzate.
Una sala aggiuntiva potrebbe essere dedicata ai costumi dell'epoca; gli studenti propongono di coinvolgere nel progetto le scuole superiori, le aziende del territorio e l'Accademia delle belle arti.
 
 ESCAPE ROOM 
Molto di moda in questi anni, la «Escape room» è un gioco dove si viene chiusi in una stanza e per uscire si deve rispondere ad una serie di enigmi.
Gli studenti propongono di creare una «escape room» ad Ala, a Ronchi o in uno spazio in centro, tutta dedicata alla matematica e a Malfattti, magari con i quesiti decisivi ispirati al famoso Problema di Malfatti.
 
 MALFATTI MATH CAMPUS 
Un altro gruppo ha elaborato un pacchetto per le scuole (medie e superiori, volendo anche elementari) che prevede una tre giorni ospitati a Ronchi, prendendo parte ad un campus ricreativo (sfruttando le opportunità ambientali della zona) con tema matematico, con attività e approfondimenti legate a questa materia.
Gli studenti propongono che la gestione di queste attività venga affidata a giovani universitari o start-up locali, tramite un bando.
 
 LA PASSEGGIATA MALFATTA 
Il nome è un gioco di parole evidentemente legato al nome di Malfatti, e prevede la valorizzazione di una passeggiata nella valle di Ronchi.
Sulla falsa riga di un percorso vita o di arte-natura stile Arte Sella, il percorso avrebbe in questo caso sei stazioni dedicati alla matematica e a Malfatti.
Alcuni esempi: gli scivoli di diversa natura e curvatura (retta, curva circolare e cicloide) che permettono diverse velocità di discesa; la stazione dedicata a Fibonacci, grazie alla quale si scoprirà che elementi naturali come le pigne riproducono esattamente le sequenze numeriche del matematico; e poi ancora scale a forma di elica, ponticelli, giochi dedicati alle probabilità e altri giochi di tipo matematico curiosi che si possono legare ad elementi naturali.
 
 LA APP PER LA CACCIA AL TESORO IN CENTRO 
Per visitare il centro storico di Ala il sesto ed ultimo gruppo ha pensato ad una caccia al tesoro, ma da seguire tramite una app per cellulari.
Sarebbe una app speciale, perché ispirata ai programmi di messaggistica; per procedere si «chatta» con Malfatti in persona, che man mano pone dei quesiti; rispondendo esattamente si procede, visitando i luoghi importanti della città.
Anche questa idea, come le altre, per essere concretizzata vedrebbe in coinvolgimento delle aziende locali e delle realtà del territorio.
 
Tutti questi progetti verranno consegnati all'amministrazione. Chissà che uno o più di questi non vengano realizzati.
«È straordinario constatare come la matematica possa essere abbinata alla natura, al paesaggio, alla cultura – ha detto il sindaco Claudio Soini – avete collegato la matematica alle peculiarità di Ala, alle sue potenzialità.»
«Ci avete dato spunti di grande valore, per stimolare la curiosità sulla matematica tra i bambini, e nuove idee per il turismo», – ha commentato la vicesindaca Antonella Tomasi.
«Sono spunti ed indirizzi ben precisi», – ha aggiunto l'assessore Luigino Lorenzini.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone