Home | Sport | Volley | La guida a Noliko Maaseik-Trentino Diatec (ore 20.30)

La guida a Noliko Maaseik-Trentino Diatec (ore 20.30)

Martedì sera in Belgio via alla corsa in 2018 Cev Champions League

image

Il centrale brasiliano Diatec Trentino Eder Carbonera - Foto di Marco Trabalza.
 
Scatta la 2018 CEV Champions League.
Martedì 5 dicembre si gioca infatti il primo turno della Main Phase della più importante rassegna continentale per club, che Trentino Volley torna a disputare dopo una sola stagione di assenza.
Già messa alle spalle la splendida rimonta vincente su Modena di domenica, i gialloblù faranno il loro esordio nel torneo alla Steengoed Arena di Maaseik (Belgio), affrontando i padroni di casa del Noliko nella gara inaugurale della Pool E.
Fischio d’inizio fissato alle ore 20.30 italiane: diretta su Fox Sports, Radio Dolomiti e streaming live audio e video sul sito www.laola1.tv.

 QUI TRENTINO DIATEC 
Un anno e mezzo dopo la Finale dell’edizione 2016 giocata a Cracovia, la Società di via Trener ritrova la CEV Champions League, che in passato ha garantito grandi emozioni e vittorie indimenticabili.
La storia, fra l’altro, si ripete perché il debutto nell’ultima partecipazione al torneo avvenne proprio contro il Noliko (in quel caso al PalaTrento), ottenendo una vittoria che fece partire col piede giusto Lanza e compagni.
La stessa che servirebbe in questo caso contro una delle più agguerrite concorrenti nella corsa ai Playoffs 12.
 
«Vogliamo iniziare il nostro percorso europeo meglio di quanto abbiamo fatto in campionato, – ha confermato l’allenatore Angelo Lorenzetti. – È vero che abbiamo pochissimo tempo per preparare questo importante appuntamento ma abbiamo ancora addosso l’adrenalina del match vinto domenica sera con Modena.
«Per passare sul campo del Noliko dovremo necessariamente lavorare bene o con il servizio o col sistema di muro-difesa, perché Maaseik è una squadra che dispone di un ottimo cambiopalla, con un gioco veloce.»
 
La Trentino Diatec è partita già nella prima mattinata odierna alla volta di Maaseik, dove giungerà verso l’ora di pranzo dopo aver sostenuto la tratta area Bergamo-Eindhoven ed il successivo trasferimento in pullman per arrivare a destinazione; Lorenzetti ha portato con sé tutti i tredici giocatori della rosa.
Il match segnerà il debutto in CEV Champions League di ben quattro giocatori gialloblù: Cavuto, Chiappa, Zingel e Eder.
 
 SETTIMA TRASFERTA DI SEMPRE IN BELGIO PER TRENTINO VOLLEY 
Quella che ha preso il via questa mattina e che si concluderà nel primo pomeriggio di mercoledì 6 (il rientro a Trento è infatti previsto attorno alle ore 15) è la settima trasferta della storia di Trentino Volley in Belgio, paese in cui il Club ha sempre ottenuto in precedenza il successo.
I gialloblù si preparano ad approdare per la quinta volta a Maaseik, dove la Società di Via Trener ha già giocato il 31 gennaio 2012, il 14 gennaio 2014 (in entrambe le occasioni per le gare d’andata dei Playoffs 12 delle edizioni 2012 e 2014 di Champions League vinte 3-0 e 3-1), ma poi anche il 26 gennaio 2016 (vittoria in tre set nella Pool C) ed il 17 febbraio 2016 (3-2 sul Lennik nell’andata dei Playoffs 12).
La Trentino Volley in Belgio è scesa in campo anche a Roeselare il 17 febbraio 2010 (vittoria per 3-1 andata dei Playoffs 12 di Champions) ed l’11 marzo 2015 (3-2) nel ritorno del Challenge Round di Coppa CEV.
In totale sono già quarantadue le gare disputate lontano da Trento in questa competizione, in cui in ben trentadue circostanze è arrivata l’affermazione.
La gara con il Noliko sarà la 133^ internazionale della storia gialloblù.
 
 GLI AVVERSARI 
Fra le squadre più prestigiose e conosciute del Belgio grazie ai tanti risultati di ottima levatura internazionale ottenuti nel recente e nobile passato, il Noliko Maaseik si riaffaccia alla massima ribalta europea per riscattare un’annata precedente senza troppe fortune, dove ha dovuto subire la legge degli storici avversari del Roeselare (vincitori del campionato e della coppa).
Il ricco palmares durante gli ultimi dodici mesi non è quindi stato incrementato ma può sempre contare su 14 scudetti, 14 coppe di Belgio e 14 supercoppe nazionali che in patria non ha eguali.
Quella che inizia martedì è la ventitreesima partecipazione alla Champions League, dove in due occasioni ha conquistato anche il secondo posto, cedendo in finale sempre ad una squadra italiana: Modena nel 1997 e Treviso nel 1999.
Nell’ultima edizione la sua corsa si è interrotta già alla fase a gironi a causa dell’ultimo posto conseguito nella Pool A che comprendeva guarda caso proprio il Kedzierzyn-Kozle ma anche Dinamo Mosca e Istanbul.
 
Rispetto al recente passato, la rosa della formazione rossonera è stata sensibilmente rinnovata; a guidarla Joel Banks, promosso a prima allenatore dopo due stagioni di apprendistato alle spalle di Castellani.
I giocatori di spicco sono lo schiacciatore olandese Maan (alla decima stagione consecutiva di permanenza a Maaseik), che gioca in diagonale con l’argentino Bruno (ex Ortona in Serie A2); in rosa anche l’ex centrale di Modena Sighinolfi, che però solitamente non parte titolare perché gli vengono preferiti l’estone Tammemaa e lo sloveno Mijatovic.
Si è qualificata alla fase a gironi superando il terzo turno con doppio successo sul Groningen.
Nella Liga Belga sino ad ora ha raccolto sette vittorie in nove gare (l’ultima sabato sera per 3-1 a Leuven) che hanno permesso di restare ad un punto dalla prima in classifica.
La rosa del Noliko Maaseik: 1. Jolan Cox (o), 2. Sebastien Dumont (l), 3. Michiel Ahyi (s), 4. Timo Tammemaa (c), 5. Jelte Maan (s), 6. Just Dronkers (l), 9. Jay Michael Blankenau (p), 10. Nicolas Bruno (s), 11. Kamil Rychlicki (s), 12. Stef Van Heyste (p), 13. Sebastian Gevert (o), 16. Berre Peters (s), 17. Dane Mijatovic (c), 18. Nicholas Sighinolfi (c).  Allenatore Joel Banks.
 
 LA FORMULA 
La partita apre la Main Phase della 2018 CEV Champions League; dopo i primi due turni preliminari, il torneo entra nella fase a gironi dividendo le venti squadre partecipanti in cinque Pool da quattro ciascuna che le vedono affrontarsi in un girone all’italiana con gare di andata e di ritorno.
Nella Main Phase vige il sistema italiano di assegnazione dei punti in classifica: tre per la vittoria al massimo in quattro set e due punti in caso di successo al tie break (un punto va alla squadra sconfitta).
Al termine di questa fase (l’ultima partita è prevista per il 28 febbraio 2018) le prime due classificate di ogni Pool e le migliori due terze accederanno agli ottavi di finali, che saranno caratterizzati da scontri diretti con gare di andata e ritorno.
La Final Four si giocherà il 12-13 maggio 2018 (sede ancora da definire). Nella stessa Pool, mercoledì in Turchia si gioca anche la sfida fra i padroni di casa dell’Izmir e lo Zaksa Kedzierzyn-Kozle (prossimi avversari mercoledì 20 dicembre della Trentino Diatec in Polonia).
 
 I PRECEDENTI 
Con il match di domani sera diventeranno sette i confronti ufficiali fra le due Società, sfidatesi in precedenza nei Playoffs 12 dell’edizione 2012 e 2014 di CEV Champions League e nella fase a gironi (Pool C) dell’edizione 2016.
Il bilancio è totalmente favorevole a Trentino Volley, capace di concedere agli avversari appena tre set fra il confronto del 31 gennaio 2012 (3-0 in Belgio), quello dell’8 febbraio 2012 (3-1 al PalaTrento), quello del 14 gennaio 2014 (3-1 alla Lotto Dome di Maaseik), quello del 22 gennaio 2014 (nuovo 3-1 al PalaTrento), quello del 5 novembre 2015 (3-0 ancora al PalaTrento) e l’ultimo relativo al 26 gennaio 2016 (3-0 a Maaseik).
Il bilancio con squadre del Belgio parla solo di vittorie, tenendo conto anche dei quattro successi che Trentino Volley ha ottenuto sul Roeselare nei Playoffs 12 dell’edizione 2010 del torneo (doppio 3-1) e nel Challenge Round di 2015 CEV Cup (doppio 3-2) e i due sul Lennik (3-2 e 3-0) nei Playoffs 12 della Champions 2016.
 
 GLI ARBITRI 
La gara sarà diretta dal russo Evgeny Makshanov, primo arbitro residente a Sanpietroburgo, e dall’olandese Jacobus Nederhoed, secondo fischietto di Ylst.
Entrambi vantano precedenti rispetto a Trentino Volley; Makshanov diresse Kedzierzyn-Kozle-Trento 1-3 del 21 novembre 2012, mentre Nederhoed ha arbitrato Friedrichshafen-Trento 3-2 dell’11 gennaio 2011 (gara della Pool D), Trento-Belgorod 0-3 del 13 febbraio 2014 (ritorno dei Playoffs 6) e Lennik-Trento 2-3 del 17 febbraio 2016, guarda caso ultimo precedente gialloblù a Maaseik.
 
 TV, RADIO ED INTERNET 
Il match verrà trasmesso in diretta tv integrale da Fox Sports, visibile sulla piattaforma satellitare di Sky nel pacchetto Sky Sport HD al canale numero 204. Telecronaca affidata a Roberto Prini e Samuele Papi.
Previsto come sempre anche il racconto live sulle frequenze di Radio Dolomiti, emittente partner della Trentino Volley, con primo collegamento alle ore 20.25 circa.
Sul sito www.radiodolomiti.com è possibile consultare tutte le frequenze del network regionale e, allo stesso tempo, ascoltare in streaming la cronaca della partita, accedendo alla sezione on air.
Sempre su internet, il sito www.laola1.tv trasmetterà lo streaming video ed audio in diretta della partita; per poter seguire le gare basterà accedere alla sezione riservata alla CEV Champions League (consultabile direttamente al link http://www.laola1.tv/en-int/channel/volleyball-cev-champions-league-men-livestream-video-for-free) e cliccare sull’icona rossa live che apparirà accanto in alto nella pagina.
Per seguire l’evolversi punto a punto della gara sarà possibile consultare il sito ufficiale della CEV all’indirizzo http://cevlive.cev.lu/DV_LiveScore.aspx?ID=30848, che fornirà il live score.
Aggiornamenti di punteggio saranno sempre attivi su www.trentinovolley.it e sui Social Network gialloblù (www.trentinovolley.it/facebook e www.trentinovolley.it/twitter).

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone