Home | Interno | Ambiente | Piano lupo rinviato, non c'è accordo tra le Regioni

Piano lupo rinviato, non c'è accordo tra le Regioni

Doveva essere approvato oggi a Roma dalle Regioni, ma è stato rinviato: non c'è accordo, la Provincia di Bolzano trova nuove alleanze

Fumata nera a Roma: il permanere di posizioni discordanti tra le Regioni ha fatto rinviare la decisione della Conferenza Stato-Regioni sul piano del ministero dell'Ambiente che prevede la sospensione per due anni della decisione su possibili deroghe nel prelevamento dei lupi.
Saranno necessari ulteriori incontri e approfondimenti, anche con le associazioni ambientaliste, per tentare di giungere a un parere condiviso.
Alla riunione odierna delle Regioni nella capitale era presente l'assessora provinciale Martha Stocker, in rappresentanza del collega Arnold Schuler, che sottolinea come anche l'attuale versione del piano non consenta una adeguata tutela per gli animali di allevamento.
 
Alla Provincia di Bolzano è riuscito, informa l'assessore, di ampliare l'alleanza delle Regioni che rifiutano l'attuale proposta di piano: a Trentino e Val d'Aosta si sono aggiunte Toscana e Veneto.
Schuler ha inoltre inviato una lettera ai membri della Conferenza Stato-Regioni per chiedere regole condivise nella gestione del lupo: «Il piano deve essere realistico e attuabile, compresa la possibilità dei prelevamenti.»
Tra il 2010 e il 2016 si è registrata annualmente la presenza di 2 o 3 esempliari di lupo in Alto Adige, «quest'anno erano già 7 o 8. Servono chiare competenze a livello locale nella gestione dell'animale nei 1736 alpeggi dove pascolano mucche e pecore, perchè la situazione non si combina con lo sviluppo del lupo», conclude Schuler.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone