Home | Sport | Sport invernali | «SnowAle»: rifugi in Fermento in Val di Sole

«SnowAle»: rifugi in Fermento in Val di Sole

Ogni giovedì, dal 18 gennaio al 22 marzo, una proposta gastronomica per rilassarsi dopo una giornata trascorsa sugli sci

image

>
Al tramonto, quando la neve si colora di rosa, le maestose Dolomiti di Brenta sono ancora più incantevoli.
Soprattutto se le si ammira al caldo di una stufa, in un rifugio, gustando insieme agli amici i piatti del territorio abbinati a un’ottima birra artigianale.
SnowAle è la perfetta conclusione di una memorabile giornata trascorsa sciando in Val di Sole: dieci vere e proprie esplorazioni gastronomiche alla scoperta dei sapori solandri.
Appuntamento in quota ogni giovedì sera, dal 18 gennaio al 22 marzo, nei rifugi della località Malghet Aut, grazie all’apertura serale della cabinovia n.2 Belvedere di Folgarida, che tutti i giovedì fa orario continuato 8.30-19.30 (compreso nello skipass) con rientro serale dalle 22.15 alle 22.45 (acquistabile a parte).
 
Le nuove cene in quota sono organizzate dall’Azienda Turismo Val di Sole, in collaborazione con Funivie Folgarida Marilleva, Strada della Mela e dei Sapori delle Valli di Non e di Sole, e coinvolgono 5 rifugi locali, che si affacciano direttamente sulle piste: Malghet Aut, Albasini, Solander, Ski Center e Chalet degli Angeli.
Suggestive strutture immerse nella natura, che attendono i visitatori con speciali menù abbinati ai prodotti di 5 birrifici artigianali del Trentino: ogni settimana una nuova esperienza di gusto, in un passaggio di testimone da un rifugio all’altro.

Un viaggio tra proposte gustose, che spaziano dai pasta e pizza party ai menù tipici trentini con piatti come stinco di maiale al forno con polenta di Storo, funghi e crauti, risotto con mele Melinda, speck e Casolét, strangolapreti ed ancora il Val di Sole Burger, tipico hamburger a scelta e degustazione di carne alla griglia con patate arrosto di contorno.
Non possono mancare gli inconfondibili formaggi locali e lo strudel di mele con salsa di vaniglia.
 
Il tutto accompagnato dalle inconfondibili birre artigianali trentine Km8 (Terres Contà), BirraFon (Fondo), BioNoc (Mezzano Primiero), Pejo e Melchiori (Tres Predaia).
La ski area Folgarida-Marilleva si riconferma quindi un vero paradiso per gli amanti dello sci alpino e dello snowboard e free-style, una meta orientata al divertimento nel cuore delle Dolomiti, con due stazioni, 25 moderni e veloci impianti di risalita, 62 km di discese, e 36 piste da sci adatte ad ogni profilo.
Le piste di Folgarida-Marilleva sono comodamente raggiungibili con il Dolomiti Express, il treno che porta direttamente al piano di imbarco della telecabina di Daolasa.
E non è tutto: il collegamento «sci ai piedi» con Madonna di Campiglio e Pinzolo è la porta d’ingresso della SkiArea Campiglio Dolomiti di Brenta, Val di Sole Val Rendena, con 150 km di piste servite da unico skipass.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone