Home | Sport | Sport invernali | La skiarea Alpe Cimbra raddoppia: il fatturato +54%

La skiarea Alpe Cimbra raddoppia: il fatturato +54%

Oltre 4 milioni di incassi e 106 mila «giornate sci» vendute durante le feste natalizie

Il fatturato delle società impiantistiche di Folgaria e Lavarone vola oltre i 4 milioni di incassi e, per capire cosa questo significa, è sufficiente fare un confronto con lo stesso periodo dell’anno scorso: siamo a più 54%. Sono state vendute oltre 106 mila «giornate sci».
La parte del leone, nell'aumento, la fanno i biglietti giornalieri, seguiti da un’ottima crescita dei pluri giornalieri e dal segno «più» anche per le vendite degli abbonamenti stagionali.

La stagione invernale 2017/2018 dell’Alpe Cimbra è dunque partita nel migliore dei modi, con un importante lavoro fatto dagli impianti e grazie agli investimenti degli anni scorsi, che hanno permesso di aprire tutte le piste di Folgaria e Lavarone sin dall’8 dicembre.
Le nevicate hanno ovviamente contribuito a rendere il paesaggio perfetto per gli amanti dello sci, ma va sottolineato l'importante lavoro di promozione fatto dalla Skiarea Alpe Cimbra e dall'Apt, assieme alla garanzia, data nelle stagioni precedenti, di avere sempre neve e piste perfette anche in assenza di precipitazioni.
Ecco dunque che, alla fine delle festività natalizie, si può parlare di un inizio di stagione da record.
 
Per il presidente di FolgariaSki Denis Rech: «Il successo di quest’anno non è frutto solo dell’attuale gestione: deriva anche da anni di lavoro e investimenti fatti da chi ha avuto visione e ci ha creduto. Grazie dunque ai manager del recente passato, con Cappelletti in testa assieme alle amministrazioni pubbliche provinciali e comunali e a tutti i soci privati, sia tra gli operatori dell’Altopiano sia tra quelli che hanno portato risorse “da fuori”, quali Marangoni, Zobele e Dalle Nogare. È tutto un territorio che si muove, comprendendo sia Folgaria che Lavarone. Pochi anni fa tutto questo era una scommessa che oggi possiamo dire di aver vinto. Grazie infine, assolutamente doveroso, a tutti i lavoratori, stagionali e non, che portano professionalità in ogni aspetto della nostra offerta turistica.»

Durante il periodo delle festività, la Skiarea Alpe Cimbra è stata presa d'assalto in primo luogo dagli sciatori italiani non solo per l'ottimo innevamento delle piste, ma anche per le attenzioni che da tempo spingono fortemente sulla famiglia: sono state attive, e lo saranno per il resto dell’inverno, le emozionanti escursioni con i gatti delle nevi, baby park e campi scuola allestiti dai maestri di sci, piste da slittino, percorsi per le ciaspole e le fat bike, piste per lo sleddog oltre agli scenari incantati delle piste per lo sci nordico.

Fondamentali sono stati gli eventi di promozione e visibilità per la località quali gli allenamenti delle nazionali di sci, le fiaccolate e la rievocazione dello sci storico, le esibizioni dei gatti delle nevi.
Molti sono gli appuntamenti che aspettano i prossimi turisti; nel frattempo, in questi giorni le piste sono al meglio: non a caso, dopo Austria e Svezia, ora sono ospiti della Skiarea le nazionali italiana e canadese.
Tutto è pronto, dunque, per il prosieguo di una stagione invernale che sarà ricordata a lungo: dai turisti e anche dall’intero Altopiano.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone