Home | Sport | Basket | Buscaglia: «Avellino è prima della classe per costanza e solidità»

Buscaglia: «Avellino è prima della classe per costanza e solidità»

I bianconeri affrontano domani sera la capolista Sidigas al PalaTrento nell’ultima giornata dell'andata: in palio mettere le mani su un pass per le Final 8 di Coppa Italia

Una sfida che può valere l’accesso alle Final 8 di Coppa Italia, un big match che mette sulla strada della Dolomiti Energia Trentino la capolista e che promette di regalare al pubblico del PalaTrento 40’ di pallacanestro intensa e spettacolare (biglietti disponibili online a questo link).
Questo e molto altro è la sfida di domani sera (ore 20.30) che vale per il 15° turno di campionato di Serie A e che chiude il girone di andata: a questo link le info su come abbonarsi a tutti i match casalinghi dell’Aquila nella seconda parte di stagione in campionato ed EuroCup a partire proprio dalla sfida di domani sera.

 MAURIZIO BUSCAGLIA 
(Allenatore Dolomiti Energia Trentino)
«Credo sia importante sottolineare il fatto che ci siamo guadagnati l’occasione di giocarci l’accesso alle Final 8: lo faremo in casa, e con l’opportunità di chiudere sopra il 50% di vittorie il nostro girone di andata. Siamo riusciti piano piano a poter avere questa chance, ora per accedere alle Final 8 dobbiamo provare a ripetere quanto vissuto in EuroCup nella prima fase, cioè vincere un match che vale come un dentro/fuori.
«Sappiamo bene però che tipo di avversario ci troveremo ad affrontare: Avellino è in vetta alla classifica con pieno merito, sta attraversando uno splendido momento di forma e trasmette un grande senso di solidità, costanza e compattezza.
«La qualità del roster poi non si discute: è una squadra profonda, con tanti giocatori di impatto anche in uscita dalla panchina, con possibilità di alternare tanti tipi di quintetti differenti. Rich è il miglior marcatore del campionato e lo sta diventando senza togliere spazio ai compagni; Leunen è come il vino, più passano gli anni e più migliora; Filloy è uno di quei giocatori che fa rendere meglio chiunque gli giochi accanto: ma l’elenco sarebbe più lungo, e in ogni caso è proprio la consistenza di squadra e di insieme che rende la Sidigas tanto vincente.
«Da parte nostra sono convinto che per vincere servirà una grande prestazione, con grande attenzione in difesa, e prima di tutto a livello mentale dopo le lunghe trasferte e le tante energie messe in campo nelle ultime settimane.
«Servirà anche un PalaTrento trascinante come quello che ci ha sempre sostenuti nelle partite e nei momenti importanti.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone