Home | Sport | Basket | Buscaglia: «Avellino è prima della classe per costanza e solidità»

Buscaglia: «Avellino è prima della classe per costanza e solidità»

I bianconeri affrontano domani sera la capolista Sidigas al PalaTrento nell’ultima giornata dell'andata: in palio mettere le mani su un pass per le Final 8 di Coppa Italia

Una sfida che può valere l’accesso alle Final 8 di Coppa Italia, un big match che mette sulla strada della Dolomiti Energia Trentino la capolista e che promette di regalare al pubblico del PalaTrento 40’ di pallacanestro intensa e spettacolare (biglietti disponibili online a questo link).
Questo e molto altro è la sfida di domani sera (ore 20.30) che vale per il 15° turno di campionato di Serie A e che chiude il girone di andata: a questo link le info su come abbonarsi a tutti i match casalinghi dell’Aquila nella seconda parte di stagione in campionato ed EuroCup a partire proprio dalla sfida di domani sera.

 MAURIZIO BUSCAGLIA 
(Allenatore Dolomiti Energia Trentino)
«Credo sia importante sottolineare il fatto che ci siamo guadagnati l’occasione di giocarci l’accesso alle Final 8: lo faremo in casa, e con l’opportunità di chiudere sopra il 50% di vittorie il nostro girone di andata. Siamo riusciti piano piano a poter avere questa chance, ora per accedere alle Final 8 dobbiamo provare a ripetere quanto vissuto in EuroCup nella prima fase, cioè vincere un match che vale come un dentro/fuori.
«Sappiamo bene però che tipo di avversario ci troveremo ad affrontare: Avellino è in vetta alla classifica con pieno merito, sta attraversando uno splendido momento di forma e trasmette un grande senso di solidità, costanza e compattezza.
«La qualità del roster poi non si discute: è una squadra profonda, con tanti giocatori di impatto anche in uscita dalla panchina, con possibilità di alternare tanti tipi di quintetti differenti. Rich è il miglior marcatore del campionato e lo sta diventando senza togliere spazio ai compagni; Leunen è come il vino, più passano gli anni e più migliora; Filloy è uno di quei giocatori che fa rendere meglio chiunque gli giochi accanto: ma l’elenco sarebbe più lungo, e in ogni caso è proprio la consistenza di squadra e di insieme che rende la Sidigas tanto vincente.
«Da parte nostra sono convinto che per vincere servirà una grande prestazione, con grande attenzione in difesa, e prima di tutto a livello mentale dopo le lunghe trasferte e le tante energie messe in campo nelle ultime settimane.
«Servirà anche un PalaTrento trascinante come quello che ci ha sempre sostenuti nelle partite e nei momenti importanti.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone