Home | Interno | Bolzano | Operazione antidroga della Squadra Mobile di Bolzano

Operazione antidroga della Squadra Mobile di Bolzano

Arrestato un marocchino di 30 anni che spacciava cocaina in zona industriale

Nella giornata del 6 marzo gli agenti della Questura di Bolzano, durante un servizio finalizzato alla repressione del consumo di droga al dettaglio, hanno arrestato un uomo di origini marocchine per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.
Gli operatori, mentre transitavano in zona industriale, notavano un veicolo che si muoveva in modo «sospetto» e, pertanto, decidevano di esperire accertamenti più specifici sul mezzo continuando a seguirlo.
Da questi emergeva che l’intestatario dell’autovettura era un cittadino straniero, residente in provincia di Brescia e con precedenti  a carico per stupefacenti.
A questo punto  i poliziotti si mettevano all’inseguimento del veicolo, che, nel frattempo, era entrato nel parcheggio di un noto centro commerciale.
 
Una volta raggiunto, l’uomo alla guida veniva bloccato e identificato.
Si trattava di E.S.Y., cittadino marocchino di 30 anni, residente in provincia di Vicenza, persona non coincidente con l’intestatario dell’auto precedentemente individuato.
Essendo questo particolare ancora più significativo, gli uomini diretti dal dr. Giuseppe Tricarico procedevano alla perquisizione del veicolo che consentiva di rinvenire, all’interno di un pannello del portabagagli, un involucro contenente circa 2 etti di cocaina.
La successiva attività di ricerca sul mezzo, oltre a consentire il sequestro di oltre 2.000 euro in contanti, portava alla scoperta di numerose multe comminate dalla Polizia Locale di Bolzano sempre in una stessa via.
 
Inoltre venivano ritrovati alcuni fogli con l’indicazione di utenze cellulari di due sorelle marocchine, residenti proprio sulla medesima strada in cui erano state elevate le predette contravvenzioni.
Essendo ormai plausibile la destinazione dello stupefacente, gli agenti della Narcotici operavano un’ulteriore perquisizione domiciliare a casa delle giovani che consentiva di sequestrare quasi 10.000 euro in contanti, provento dell’attività di spaccio.
Al termine dell’operazione, l’uomo veniva tratto in arresto e condotto presso la locale Casa Circondariale a disposizione dell’autorità giudiziaria; le due sorelle, invece, su cui proseguono gli accertamenti, venivano denunciate a piede libero per il medesimo reato.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone