Home | Economia e Finanza | Turismo | «Sicurezza, responsabilità e riconoscimento del proprio ruolo»

«Sicurezza, responsabilità e riconoscimento del proprio ruolo»

Si è tenuta questo pomeriggio a Zambana la prima edizione degli Stati Generali delle Pro Loco trentine: portati a galla i temi più stringenti per il volontariato trentino

Sono state invitate a riunirsi questo sabato a Zambana le 170 associazioni Pro Loco del Trentino: l’occasione è la prima edizione degli Stati Generali delle Pro Loco, appuntamento organizzato dalla Federazione Trentina Pro Loco e loro Consorzi con l’obiettivo di tastare il polso della situazione del volontariato turistico provinciale.
Un appuntamento nuovo sia nella forma che nella tipologia: è infatti la prima volta che la Federazione convoca le sue associate ad un momento interamente dedicato al confronto sui temi più stringenti del settore.
Nuova anche la forma, basata sui principi della Open space technology, una metodologia di ascolto che prevede il coinvolgimento attivo della base, l’espressione libera delle istanze e la discussione di queste a cura degli stessi proponenti.
Quello che prenderà forma sarà quindi un pomeriggio di confronto libero e diretto, in cui ognuno, a partire da una domanda provocatoria, «La Federazione a cosa serve?», ha portato la propria esperienza e condiviso il suo punto di vista e le sue aspettative.
 
Sono state 70 le Pro Loco che hanno risposto all’appello, confermando l’interesse delle associate per questa iniziativa.
Sei le tematiche che le Pro Loco hanno voluto discutere: sicurezza, budget, rapporti tra Pro Loco e amministrazioni, Pro Loco e turismo, riforma del Terzo settore e la questione della responsabilità.
Sul tema della sicurezza, quello che emerge è il bisogno di avere qualcuno che dia gli strumenti per far fronte alle complessità dei procedimenti amministrativi, oggi particolarmente gravosi per le associazioni di volontariato.
Molto discusso anche il tema del riconoscimento del ruolo delle Pro Loco: le associazioni lamentano infatti di essere spesso sottovalutate da parte delle amministrazioni e degli stakeholders locali, e quindi l’impegno per la Federazione sarà quello di sostenerle la loro immagine a livello sia locale che nazionale.
 
Il rapporto con le amministrazioni è stato uno degli argomenti più trattati, e qui la volontà del mondo delle Pro Loco è di lavorare perché i comuni possano gestire in modo proficuo la partecipazione e il contributo del mondo del volontariato sul territorio.
Nel campo delle responsabilità, nervo scoperto per tutte le associazioni Pro Loco, si mira a cercare un modello organizzativo in cui il singolo socio sia sgravato dalla totalità delle responsabilità, come accade oggi.
Infine, per quanto riguarda il rapporto tra Pro Loco e turismo, quello che è emerso è che le Pro Loco possono dare un apporto significativo alla valorizzazione turistica del loro territorio, in quanto depositarie delle tradizioni e delle radici della propria terra: la sfida sta quindi nel riuscire a trovare nuovi modi per far sì che l’animazione per la propria comunità diventi leva per promuovere il territorio.
 
L’appello che arriva dal mondo del volontariato alla Federazione è aiutare il mondo delle Pro Loco ad avere il ruolo riconosciuto in modo più incisivo.
Impegno preso a carico dal presidente Enrico Faes , che chiude questo significativo momento di confronto sottolineando agli associati come «La federazione siete voi, la partecipazione attiva delle Pro Loco è importante per far sentire alle istituzioni le istanze del nostro mondo».
 
 Federazione Trentina Pro Loco e loro Consorzi 
La Federazione Trentine delle Pro Loco e loro Consorzi è l'ente di coordinamento delle Pro Loco trentine, riunisce 170 associati fornendo corsi di formazione, servizi, assistenza e tutoraggio. Il suo obiettivo è quello di professionalizzare e valorizzare il volontariato turistico trentino, incentivando le Pro Loco a divenire parti attive nel quadro del turismo provinciale.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone