Home | Sapori | Vino Trentino | Nasce Cesarini Sforza 1673 Noir Nature TrentoDoc 2012

Nasce Cesarini Sforza 1673 Noir Nature TrentoDoc 2012

Vedrà la luce a Vinitaly 2018 l’ultimo nato in casa Cesarini Sforza: il dosaggio zero di sole uve Pinot Nero che completerà la piccola e raffinata gamma 1673

image

>
La griffe spumantistica del gruppo trentino La-Vis, da sempre tra i migliori interpreti delle bollicine di montagna TrentoDoc e tra i protagonisti della produzione spumantistica italiana di qualità, aggiunge una ulteriore interpretazione della grande maestria capitalizzata in azienda nella produzione di Metodo Classico e dell’altissima vocazione della Val di Cembra per la produzione di uve base spumante.
Quella di 1673 diventa così una piccola e specialissima gamma composta da tre esclusivi Metodo Classico: Noir Nature si affianca infatti a 1673 Riserva, di sole uve Chardonnay che ha visto la luce nella primavera 2017 e a 1673 Rosé, frutto della selezione di piccolissime partite di Pinot Nero presentato nel dicembre dello stesso anno.
 
Noir Nature è un Metodo Classico di sole uve Pinot Nero proposto nella versione a dosaggio zero.
I grappoli che danno origine a questo vino maturano in vigneti dislocati nella fascia altimetrica compresa tra i 450 e i 670 metri s.l.m. dove l'importante escursione termica tra il giorno e la notte e la corretta insolazione contribuiscono a concentrare nei grappoli i tipici e ricercati aromi floreali.
La raccolta manuale, il conferimento in piccoli contenitori, l’accurata selezione, la pressatura soffice e la precisione ricercata in ogni fase della produzione consentono di conseguire risultati straordinari e di grande personalità.
 
Per questo spumante le diverse selezioni di Pinot Nero affinano sui propri lieviti, per arrivare alla tarda primavera con la realizzazione della cuvée, momento straordinariamente importante per qualità del Metodo Classico.
Prima dell’estate, con il tiraggio, inizia il lungo percorso in bottiglia nel quale, oltre alla seconda fermentazione, i lieviti accompagneranno lo spumante per almeno 48 mesi verso il momento di sboccatura, per poi riposare in cantina altri 3 mesi prima della commercializzazione.
 
Grande la soddisfazione espressa dall’enologo Ezio Dallagiacoma per questo nuovo nato.
«Solamente poche zone al mondo hanno la capacità di produrre uve adatte alla realizzazione di una base spumante, è infatti necessario che le caratteristiche pedo-climatiche raggiungano precisi e fondamentali equilibri.
«Ancor più rara la possibilità di individuare zone adatte alla produzione di metodo classico esclusivamente da Pinot Nero. Ed è qui, con 1673 Noir Nature, che la Valle di Cembra dimostra tutta la sua capacità e vocazione.
«Un Metodo Classico fatto di solo Pinot Nero e proposto nella versione a dosaggio zero per viverne l’essenza più pura.»
 
Cesarini Sforza (www.cesarinisforza.com), tra le più note griffe trentine, è uno dei maggiori produttori italiani di spumanti, che prendono vita secondo i dettami introdotti in Trentino circa un secolo fa.
La selezione dei vigneti fatta in base agli studi di zonazione che la cantina ha effettuato a fine anni novanta, ha consentito agli enologi di Cesarini Sforza di contribuire alla nascita e alla affermazione di TrentoDoc, la denominazione che racchiude il metodo classico trentino, simbolo in Italia e nel mondo delle migliori bollicine di montagna.
Fondata nel 1974 a Trento da Lamberto Cesarini Sforza, dal 2001 è parte di Cantina La-Vis e Valle di Cembra.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone