Home | Interno | Smart City: la digitalizzazione delle amministrazioni trentine

Smart City: la digitalizzazione delle amministrazioni trentine

Hanno portato la loro testimonianza il sindaco di Ala Claudio Soini, di Predaia Paolo Forno, di Vallelaghi Gianni Bressan

image

>
Un territorio che procede spedito verso la digitalizzazione delle pubbliche amministrazioni, dal capoluogo alle vallate trentine. Il Consorzio dei Comuni Trentini, nell'ambito della Trento Smart City Week, ha proposto oggi una serie di appuntamenti, raccolti sotto l'insegna «Smart Land», per raccontare la crescita digitale dei municipi secondo il paradigma dell'Open Government basato su partecipazione, collaborazione e trasparenza.
Sono stati gli stessi amministratori – sindaci e assessori – a portare la loro testimonianza di innovazione in piazza Duomo.
Tra le buone pratiche un calendario digitale per raccogliere gli eventi del territorio, «SensoRcivico» strumento per ascoltare i cittadini, un sistema per gestire le pratiche edilizie online, «EventiBot» un robot addestrato per rispondere agli utenti relativamente all'offerta culturale del territorio.
 
Claudio Soini, sindaco del Comune di Ala ha presentato «Openagenda», il calendario digitale per gli eventi del territorio volto a valorizzare l'impegno delle associazioni, semplificando il lavoro di pubblicazione.
Paolo Forno, il primo cittadino di Predaia, ha invece raccontato l'esperienza di «SensoRcivico», lo strumento per ascoltare il cittadino e attuare interventi puntuali attraverso procedure aperte e trasparenti.
 
l Comune di Tre Ville ha portato l'esempio sui servizi online per i Comuni nati da processi di fusione, con l'obiettivo di far risparmiare strada e tempo ai residenti nella gestione della burocrazia.
Gli input provenienti dai cittadini, e le strategie per elaborarli con modalità collaborative, sono state al centro dell'appuntamento proposto dal Comune di Riva del Garda.
Il primo cittadino di Vallelaghi, Gianni Bressan, ha invece spiegato il funzionamento delle Pratiche edilizie online (PEO), pensate per garantire il dialogo tra i professionisti e le pubbliche amministrazioni, senza rinunciare alla semplicità d'uso.
 
I cittadini hanno potuto fare la conoscenza di «EventiBot», un robot addestrato per rispondere agli utenti relativamente all'offerta culturale del territorio.
Ne ha parlato l'assessora alla comunicazione del Comune di Mori, Patrizia Caproni.
La vicesindaca di Villa D'Anaunia, Romina Menapace, ha spiegato la possibilità di prenotare online sale, strutture e attrezzature pubbliche attraverso un calendario condiviso.
La conclusione del pomeriggio, organizzato dal Consorzio dei Comuni, è stata affidata al Comune Rovereto con la presentazione degli strumenti di nuova generazione attivati per accedere ai servizi pubblici via mobile.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone