Home | Sport | Volley | Un'Alta Valsugana priva di Bellini sconfitta al 4° set da Rovigo

Un'Alta Valsugana priva di Bellini sconfitta al 4° set da Rovigo

Con questa sconfitta è oramai certa la retrocessione delle nostre ragazze in serie C

image

Non riesce il colpaccio alle nostre ragazze, che contro la più esperta Fruvit Rovigo si fermano al quarto set, cedendo ai vantaggi e lasciando così i tre punti alle venete.
Con questa sconfitta è oramai matematica la retrocessione delle nostre ragazze in serie C, visto che oramai la zona salvezza è troppo lontana (12 lunghezze, impossibili da recuperare nelle tre giornate che mancano al termine del campionato).
Ora dunque nelle ultime uscite stagionali verrà dato più spazio alle atlete che in stagione hanno visto di meno il campo, e che però stanno facendo bene nelle rispettive Under, vero e proprio obiettivo della nostra società.
Certo riuscire a scavalcare Vobarno, che attualmente si trova ad un punto di vantaggio sulle trentine, darebbe una bella iniezione di fiducia e, chissà, potrebbe alzare le possibilità di un ripescaggio in vista della prossima stagione, aspetto su cui la società comincerà a lavorare appena finiranno gli impegni delle giovanili.
 
Anche nella partita di ieri sera comunque le nostre atlete hanno dimostrato una volta di più di potersela giocare alla pari con tutte le altre formazioni, tenendo spesso testa ad un Rovigo che aveva nelle attaccanti di palla alta il proprio punto di forza.
Certo, gli errori nel finale sono l’aspetto che perseguita la formazione trentina fin dall’inizio del campionato, ma la giovanissima età delle atlete in gialloblù è di certo un fattore di cui tenere conto nell’analisi del cammino in B2.
Anche ieri sera infatti nel sestetto titolare erano presenti due ragazze del 2000, una del 2001 e addirittura una classe 2003, ovvero Martina Bortolamedi, all’esordio stagionale da titolare.
 
Dopo due set sfumati nel finale per qualche punto (22-25 e 21-25) l’Alta Valsugana ha saputo rialzare la testa anche grazie alla grande prestazione delle «veterane» (se così si possono definire due ragazze di ventidue e venti anni) Eliskases e Lachi, autrici di 44 punti combinati, vincendo 25 a 22.
La quarta frazione ha visto le due squadre arrivare appaiate a fine set, giocandosi tutto ai vantaggi: l’Alta Valsugana per ben quattro volte ha avuto l’occasione di portare il match al tie break, ma non è riuscita a chiudere i conti, lasciando spazio al contrattacco veneto, che alla fine ha conquistato il set 30 a 32.
 
Ora dunque, come detto, nelle ultime tre uscite probabilmente verrà dato più spazio a chi ha giocato di meno in questa stagione, anche per mettere benzina nelle gambe in vista delle importanti finali regionali giovanili, a cui la nostra società approda in Under 13, Under 14, Under 16 e under 18.
Per concludere, un grande in bocca al lupo da parte di tutta la famiglia Alta Valsugana va alla schiacciatrice Giulia Bellini (in foto), che al Torneo Città di Torri ha subìto un brutto infortunio al ginocchio sinistro che la terrà lontano dai campi da gioco per qualche mese.
 
Il tabellino 
  ALTA VALSUGANA 1-3 FRUVIT ROVIGO  
(22-25, 21-25, 25-22, 30-32)
Tonina 3, Eliskases 21, Lachi 23, bortolamedi 2, Triches 4, Zani 3, Libardi (L); Malesardi 5, Tuller, Orsingher 4, Santuari, Volpe. Allenatori: Hernandez e Cestari.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone