Home | Interno | Rovereto | Rovereto: «Le casse del Comune sono in salute»

Rovereto: «Le casse del Comune sono in salute»

La Giunta di Valduga ha varato il rendiconto della gestione dell’esercizio 2017 e approvato la relazione che lo accompagna

 
Nel corso dell'ultima seduta di Giunta, l'esecutivo Valduga ha varato il rendiconto della gestione dell’esercizio 2017 e approvato la relazione che lo accompagna.
La gestione 2017 ha portato ad un risultato positivo per il Comune di Rovereto, registrando un avanzo di amministrazione «libero» di €. 14.763.387,26, il cui utilizzo è però normato e stabilito dalla Legge per specifiche finalità, esempio: la copertura dei debiti fuori bilancio, per la salvaguardia degli equilibri di bilancio, per il finanziamento di spese di investimento, per la copertura di spese correnti a carattere non permanente, per l’estinzione anticipata dei prestiti.
Uno degli utilizzi dell’avanzo libero è quello che consente l’applicazione degli spazi finanziari concessi dalla PAT per la realizzazione di investimenti, con i criteri ed i limiti stabiliti dallo stesso ente provinciale.
 
L’avanzo di amministrazione complessivo, di per sé positivo per i conti e le risorse dell’ente, è dunque costituito da voci che rientrano in specifici capitoli contabili, il cui utilizzo è disciplinato.
C’è poi un «accantonamento» di €. 3.315.892,40 il cui utilizzo è possibile solo a seguito del verificarsi dei rischi per i quali sono stati accantonati.
L’ avanzo «vincolato» ammonta a €. 3.793.265,90, formatosi grazie alle entrate già accertate ed alle economie di bilancio delle spese che tali entrate finanziano.
Esso contiene, tra l’altro, il legato Mutinelli, il lascito Delaiti, entrate a supporto delle spese che il Comune sostiene per gli immigrati, vincoli per erogazioni di trattamenti fine rapporto.
 
Parte di esso verrà applicato a finanziamento di specifiche spese nel corso del 2018.
C’è infine un avanzo «destinato» per €. 195.648,59. Anch’esso formato da economie di spesa finanziate da entrate iscritte a bilancio 2017.
La distinzione rispetto all’avanzo vincolato è che la parte destinata non ha determinazioni preventive specifiche di utilizzo, in quanto le entrate sostengono categorie generali di spesa.
Solitamente esso viene applicato a finanziamento di spese di investimento.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone