Home | Economia e Finanza | Turismo | Domenica 27 maggio 2018, «Dürer & Co.»

Domenica 27 maggio 2018, «Dürer & Co.»

Trekking e minitrekking in Val di Cembra tra storia, cultura, natura ed enogastronomia

image

Ph. Fabio Massaro.
 
L’edizione di quest’anno vede un imponente programma messo in atto sotto la regìa organizzativa della Pro Loco di Cembra in collaborazione con il Comune capofila di Segonzano, i Comuni di Giovo, Cembra-Lisignago, Altavalle, l’A.p.T. Piné Cembra, le Pro Loco di Giovo e Lisignago, le donne Rurali di Faver, il gruppo Giovani di Segonzano, il Comitato Mostra Valle di Cembra e le Donne del Tombolo e con il sostegno dalla Comunità Valle di Cembra e del BIM Adige.
Due i tracciati proposti: un trekking di 16 km e un minitrekking di 6 km. Il primo partirà da Verla di Giovo, presso la pluripremiata Azienda vitivinicola Villa Corniole, per arrivare all’antico Maso Spedenal e alla chiesa di S. Leonardo a Lisignago, aperta per l’occasione.
Da qui, percorrendo strade interpoderali nel paesaggio viticolo della bassa Valle di Cembra, si giungerà a Maso Besleri, sede di un innovativo acetificio per giungere a Cembra: attraverso il centro storico si giungerà nella contrada San Rocco per il pranzo in piazza, dopo aver visitato la bella Chiesa di San Pietro, ammirato i lavori delle merlettaie del tombolo e aver degustato un calice di fresco Müller Thurgau nei pressi di Palazzo Maffei, sede della prestigiosa Rassegna Internazionale Vino di Montagna (vedi).
 

Ph L.Lona.
 
Da qui, ad ore 13.30 partirà il minitrekking, dedicato alle famiglie, che si uniranno ai grandi camminatori alla volta del Castello di Segonzano percorrendo il centro storico di Faver di Altavalle e l’antica via della Corvaia.
Giunti a Cantilaga, il ponte sull’Avisio selvaggio che in passato era l’unico collegamento tra le due sponde della Valle, si aprirà sullo sfondo il paesaggio che tanto affascinò Albrecht Dürer nel corso del suo viaggio da Norimberga a Venezia nel 1494.
Al Castello di Segonzano saranno accolti dalla magia in cuffia di «Echi di Dürer», una artistica performance della compagnia «Miscele d’aria» che con musiche live rinascimentali, aneddoti cultural-popolari e racconti misteriosi renderanno l’esperienza unica e originale.
Nei giardini della residenza a Prato sede della storica Azienda viticola di famiglia, la «Piccola stamperia del Dürer», offrirà ai più piccoli l’opportunità di cimentarsi in semplici creazioni artistiche prima dei saluti finali con l’ultimo brindisi.
Poco sotto, partiranno ad orari prestabiliti, le navette per il rientro.
 
L’evento 2018, si propone lo scopo di rafforzare la promozione del territorio inteso come paesaggio naturale e culturale ma anche come volano dell’economia declinato in chiave turistica.
Ecco quindi che accanto al pranzo e alle degustazioni di prodotti tipici offerte lungo il percorso sarà possibile cogliere l’essenza di quanto offre la Valle in tutte le stagioni ma anche di percorrere un tratto dello storico sentiero che percorse Albrecht Dürer nel 1494 lasciando 5 celebri acquerelli a testimonianza del suo passaggio.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone