Home | Sport | Ciclismo & Bike | Buongiorno dalla tappa 10 del 101esimo Giro d’Italia

Buongiorno dalla tappa 10 del 101esimo Giro d’Italia

La tappa più lunga della Corsa Rosa, 244 km, è molto vallonata

image

Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi.
 
Buongiorno dalla decima tappa del centunesimo Giro d'Italia, in programma dal 4 al 27 maggio e organizzato da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport, Penne-Gualdo Tadino di 244 km.
La Corsa Rosa riparte con la tappa più lunga del Giro, caratterizzata da molti saliscendi.
La Corsa passerà accanto al luogo della tragedia di Rigopiano, dove una slavina causò la morte di 29 persone il 18 gennaio 2017.
La corsa ha passato il km 0 alle ore 11:06 con il gruppo forte di 170 corridori.
 
 METEO 
Penne (10:55 - Partenza): Parzialmente nuvoloso, 16°C. Vento: debole – 9 km/h SE.
Gualdo Tadino (17.15 - Arrivo): Variabile, 13°C. Vento: moderato – 16 km/h SE.
 
 PUNTI E ABBUONI IN PALIO 
Durante la tappa ci saranno 13 secondi di abbuono massimo in palio per la classifica generale, 3 al secondo traguardo volante e 10 sul traguardo finale per il primo classificato.
Vi sono inoltre 45 punti in palio per la classifica della Maglia Ciclamino (classifica a punti - 612 punti rimasti) e 25 punti per la Maglia Azzurra di miglior scalatore (423 punti rimasti).
 

 
 CLASSIFICA GENERALE 
1 - Simon Yates (Mitchelton - Scott)
2 - Esteban Chaves (Mitchelton - Scott) a 32"
3 - Tom Dumoulin (Team Sunweb) a 38"
 
 MAGLIE 
- Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel - Simon Yates (Mitchelton - Scott)
- Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo - Elia Viviani (Quick-Step Floors)
- Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum - Simon Yates (Mitchelton - Scott), indossata da Esteban Chaves (Mitchelton - Scott)
- Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin - Richard Carapaz (Movistar Team)
 

 
 PERCORSO 
Tappa 10 – Penne-Gualdo Tadino 244 km - dislivello 3.000 m.
È la tappa più lunga del Giro. Attraversa l’Appennino da sud verso nord con un percorso tortuoso costellato prevalentemente di brevi salite pedalabili e con tre classificate GPM di cui la prima (lunga quasi 20 km) scollina un versante inedito del Gran Sasso.
Nella prima parte le strade sono di carreggiata ristretta e con manto usurato, nella seconda si percorrono strade di dimensioni e condizioni normali.
Finale pianeggiante.
 
Ultimi km.
Ultimi chilometri prevalentemente rettilinei su ampia strada fino a 1.500 m dall’arrivo dove la corsa compie alcune curve ad angolo retto per portarsi a 750 m dall’arrivo nel rettilineo finale (leggermente curvo fino ai 500 m), in asfalto di larghezza 7,5 m.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone