Home | Rubriche | Amici a quattro zampe | I nostri amici a quattro zampe/ 25 – Di Fabrizio Tucciarone

I nostri amici a quattro zampe/ 25 – Di Fabrizio Tucciarone

Ecco una nuova razza felina molto apprezzata: lo Sphynx, il «gatto nudo»

image

>
I gatti nudi hanno fatto la loro comparsa in diverse epoche e in varie parti del mondo.
Lo Sphynx come lo conosciamo oggi ebbe origine negli anni Sessanta, quando una gatta domestica in Ontario (Canada) diede luce a un gattino glabro.
I tentativi di allevare altri gatti nudi utilizzando questo esemplare ebbero un successo parziale.
Una decina d’anni più tardi comparvero altri gatti glabri nel Minnesota e a Toronto, che furono incrociati con il Devon Rex, una razza con pochissimi peli.
La prole risultante da diversi accoppiamenti con questi gatti costituì la base della razza.
Alcuni esemplari furono inviati in Europa, dove l’allevamento fu portato avanti con entusiasmo.
 
Lo Sphynx è un gatto di medie dimensioni e dal peso sorprendente. Ha ossa robuste, una muscolatura ben sviluppata e il ventre che pare aver appena ingerito un lauto pasto.
Si distingue per la mancanza di peli sulla maggior parte del corpo e per la pelle «rilassata» che crea numerose pieghe su corpo, viso e zampe.
 

 
Gli Sphynx hanno una camminata particolare, come se poggiassero su cuscinetti ammortizzati e dita dei piedi sorprendentemente lunghe. Una coda lunga a frusta completa il corpo.
La pelle è coperta solo da leggera peluria.
Ha l’aspetto e la tessitura della pelle umana e le stesse funzioni.
Presenta pieghe su fronte, collo e zampe. Una leggera peluria sul muso è consentita. I baffi sono apprezzati.
Tutti i colori e disegni sono riconosciuti. È consentita qualsiasi quantità di bianco.
Lo Sphynx è dolce, vivace e intelligente ma soprattutto si lascia maneggiare.
Caldo e morbido al tatto, questo gatto spesso dorme sotto le coperte accanto al proprietario.
 

 
Essendo glabri, questi gatti tendono a patire il freddo ma sono abilissimi nello scovare un posto al caldo.
Gli Sphynx devono essere toelettati regolarmente. Non avendo peli che assorbano il grasso della pelle, devono fare il bagno o ricevere delle spugnature con un panno umido, su base settimanale.
Anche le orecchie e le unghie accumulano grasso e vanno pulite regolarmente.
Si raccomanda di detergerli con prodotti privi di saponi o shampoo delicati.
È importante prestare attenzione perché, in assenza di peli che ne proteggano la pelle, questi gatti possono facilmente subire graffi o piccole ferite.
 
Per qualsiasi informazione,
Dott. Fabrizio Tucciarone
(Veterinario alla TrentoVet)

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni