Home | Rubriche | Dialetto e Tradizione | El trentìn e i regài de Nadàl – Di Cornelio Galas

El trentìn e i regài de Nadàl – Di Cornelio Galas

«Vàra che bisognerà anca compràr qualcòs per Nadàl e prima ancora per Santa Lùzia, che no vègna fòra come l’an passà che…»

image

- Vàra che bisognerà anca compràr qualcòs per Nadàl e prima ancora per Santa Lùzia, che no vègna fòra come l’an passà che è vegnù a trovarte i neói e te gh’ai rifilà quei libri vèci per putelòti…
- Ma ’sa dìsit su, che i èra ancora encelofanài…?
- Sì, ma da dése ani demò dai, dai che ancòi gh’è anca la féra e qualcòs se trova a bon mercà.
- E se nèssem envèze dai cinési?
- Ma sét màt? Che magàri dopo co le baterìe se brùsa la plastica e i se fa màl? Te sai nò che roba che i te sgnàca su i cinesi…
- Ho capì, ma alóra perché i ghe la làssa vender se l’è batarìa stràza e pericolosa?
- Dài, dàme da mént a mi che ném ala fèra e qualcòs troven… senza spender tant.
 
- Oscia, e se enveze néssem zò a Affi al Tòis? Così fén anca ’na giràda sul lach dopo, ah?
- Scusa neh, ma con quel che te spendi de benzina, de autostrada, de parchegio… Me sa che ala fin te gh’en zonti, o no?
- Ma no, dai che cosita ném anca a magnàr le quagliéte e comprém qualcòs per i tòi, i mei, e anca per noi se ‘n vànza.
- Forsi no te te rendi cónt de quant che n’è restà ala rurale dopo che avèm pagà el mecanico en otóber…
- Elamadòna, se sa che le machine prima o dopo, soratut se le è vecie, le se rote…
 
- Ma la nòssa me sa che i l’ha fàta propri perché la se róta prima dele feste de Nadal… E a ogni modo ti te sei comprà anca la cinepresa nova st’istà… Oh, i và fora i soldi, i và fora… No ghe fussa mi che varda ogni dì l’estrato…
- Ma cossa dìsit che te vai da la paruchiera, da quela che te fa le ongie, da quela che te neta el nàs…
- Te sei propri n’ors, valà, e tra l’alter no te te sei gnanca scòrt che ho cambià colór dei cavéi. Anca te vardi la to sposa… Volerà dir che me farò vardàr da qualchedun altri…
- Ma ‘sa dìsit, dai, l’è che cambi colór ogni do ’stimàne, zamài ho perse l cont.
 
- Ti t’hai pèrs anca qualcos alter caro, madona santa fàme star zìta che no diga quel che me passa per el zervèl…
- Dài, dime ’sa te passa per el zervèl oltra a cambiar colór ai cavéi e compràr borse e scarpe, dai…
- Ho capì, vago mi ala fera a tor i zugàtoi per i boci…
- Va bèm, va bèm che adès me speta el Gino al bar
- Sì, ti spèta i biciéri e le botiglie a ti al bar altro che el Gino.
 
- Vèi anca ti alóra a véder ‘sa fago. Parlém de robe serie sat? E po’ te vegno mai drio mi quando te vai da la paruchiera o da quéla che te fa le ongie?
- Finìntela chì valà che zà avem butà via meza matina senza far gnent. Alora mi penso ai putelòti, tì però te dovressi pensar ai grandi
- Ma fém come tuti i ani no? El pigiama de flanèla per to pàre, en zèlten per to mama…
- Férmete, te prego, férmete…che l’è da dése ani che me pàre el ciapa el stèss pigiàma… Che me mama la me porta endrio e ti dopo te gh’el ridài… basta co ’ste figure, basta… No se fa giràr i regài, come quei panetóni che te gh’ai zò en cantina da l’am passà…. Dai che i gh’avrà la mufa zamai.
 
- Alora pénseghe ti anca ai grandi vist che te sai far mèio…
- Ah mi ghe penso anca, dopo no sta lamentarte se và for tuti i soldi dela tredicesima, neh?
- Spèta, spèta che m’è vegnù n’idea.
- Ah se t’è vegnù n’idea a tì vol dir che stanòt vei zó do metri de néf… Quei dei impianti de sci i dovrìa basàr dove te camini.
- Spèta, te digo… Gh’at en mént tute quele monàe che i ne déva quando néven en crociera? Tute quele borsòte… i gàggiet de plastica… Gh’è anca quele calcolatrici picoline… che le serve sat. Eensóma gh’avém el garàs pien… Basta tòr carta da pach e sogàta… O anca carta da giornal vecia che vei fòra pachetìni diversi dai altri e dopo ghe sarìa anca quele maietìne a mèze maneghe che i déva al mar e quel capelìm che ho vint ala gara de l’aperitivo eh… Ghe n’è de roba…!
- SBADABAAAAM (l’è el rumór dela porta sbatùa con violenza dala spósa prima di nar fòr de casa).

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone