Home | Rubriche | Parliamone | La vita (ri)comincia a 50 anni – Di Nadia Clementi

La vita (ri)comincia a 50 anni – Di Nadia Clementi

L’over 50 Marco Consoli è tra i primi 20 modelli più ricercati al mondo su Instagram

image

>
La vita ricomincia a 50 anni: sembra una frase fatta che si utilizza spesso per rincuorare qualcuno che soffre al passare dell’età o per dare una seconda possibilità a chi si è accorto di aver sprecato anni preziosi di gioventù, ma a volte non ci crediamo neppure noi.
Ci sono dei casi in cui i luoghi comuni si rivelano quanto mai corretti: questa frase l’avevamo utilizzata anche noi 12 mesi fa per raccontare la storia di Marco Consoli, patron di VarTalent (contest canoro trentino di grande popolarità) e oggi modello di successo nel mondo.
Ecco quindi che il nostro articolo di un anno fa (vedi) è risultato di buon augurio per Marco Consoli, la cui vita professionale ha subito un importante svolta proprio dopo i suoi 50 anni e speriamo in qualche modo di aver contribuito anche noi a questo auspicato successo.
Lo avevamo lasciato con 20.000 follower su Instagram, tempo un anno e i seguaci di Marco sono raddoppiati, ora più di 44.000 persone vedono ogni giorno gli scatti professionali e glamour di Consoli; quando lo intervistammo la prima volta ci raccontò che tutto era iniziato per caso, per gioco in Serbia.
Ora per Marco Consoli quella del modello è una professione a tutti gli effetti, le fotografie sono sempre più belle e ora l’atteggiamento di Marco è da vero top-model.
 

 
Nell’ultimo anno Marco ha preso parte a più di 100 servizi fotografici e circa 300 video, importanti spot pubblicitari in onda su reti nazionali e la sua immagine è pubblicata in tutto il mondo dal Giappone al Brasile, dall’Australia al Canada anche per importanti brand internazionali.
Il suo è un lavoro principalmente da modello commerciale, quindi per pubblicità e immagini legate al marketing, ma segue con interesse anche il mondo fashion e la carriera di attore, di recente infatti ha preso parte come attore protagonista ad una serie televisiva internazionale in lingua inglese girata in Serbia/Libano che verrà distribuita nel 2019 in tre continenti.
La sua aspirazione di lavorare a contatto con il mondo della moda si sta concretizzando grazie all’amicizia e al rapporto professionale intercorso con Josip Grabovac, fashion blogger 33enne originario della Croazia, che di recente ha vinto il titolo di primo blogger di moda croato al My Global Fashion Award di Spalato e inserito tra i 100 fashion blogger più famosi al mondo da FashionHyper.
Il sodalizio tra i due è iniziato quest’anno con la partecipazione di Josip a VarTalent nella vesta di giurato: compito del fashion blogger era anche quello di giudicare l’abbigliamento e i look dei partecipanti al concorso canoro.
 
Oggi dunque la carriera di Consoli sta puntando sempre più in alto e dopo essere entrato tra i primi 20 modelli over 50 più ricercati al mondo su Instagram, le sue ambizioni possono ben sperare di essere soddisfatte.
L’ultima volta che ci siamo incontrati Marco ci raccontò che nei suoi progetti c’erano spot pubblicitari e un interesse per il mondo delle fiction: per scoprire di più sui suoi sogni, e per capire se si stanno realizzando, l’abbiamo incontrato reduce dalla Fashion Week di Lubiana, la capitale della Slovenia, che si è svolta a fine novembre in una location molto particolare: un’officina della Mercedes.
 

Hai partecipato come ospite alla Mercedes-Benz Fashion Week Lubiana (MBFWLJ) Men's edition, raccontaci come hai vissuto l'evento.
«Sono stato invitato come ospite alla settimana della moda di Lubiana - uomo - che si è svolta nei giorni 24 e 25 novembre grazie a Glasmode di Josip Grabovac.
«Era la mia prima esperienza come ospite in una fashion week ed è stato entusiasmante.
«La location, insolita per un evento di moda, era l'officina della Mercedes di Lubiana e i modelli sfilavano in mezzo a pneumatici e pezzi di motore. Tutto questo ha reso l'evento molto alternativo e di grande impatto.
«La prima sera era dedicata alla presentazione della nuova Mercedes GLE e hanno sfilato due brand. 
La seconda giornata ha visto in passerella ben 10 sfilate.»
 
Tu sei organizzatore di eventi, come ti è sembrata l'organizzazione?
«Organizzazione pressoché perfetta sia per quanto riguarda l'allestimento della location, le scelte artistiche, la scenografia e le coreografie.
«Ottima l'accoglienza degli ospiti (un taxi era a nostra disposizione per gli spostamenti), cordialità ed energia.
«Grande la partecipazione del pubblico con qualche outifit glamour.»

Cosa ci puoi raccontare delle proposte moda?
«Le proposte erano destinate ad un pubblico maschile, con qualche abito indossato da modelle, e dedicato ad un pubblico prevalentemente giovane.
«Ho apprezzato alcuni progetti sartoriali di ricerca anche se ho trovato alcune proposte non particolarmente interessanti. Fra gli stilisti cito Tomislav Bahoric per l'utilizzo dei materiali ed il taglio di alcune giacche.»
 

 
Cosa pensi sia necessario avere per diventare un buon modello?
«Oggi giorno tutti sono modelli delle proprie pagine Instagram o Facebook ma non tutti posso essere modelli professionali.
«Nel mondo fashion vanno rispettati dei canoni armonici anche se oggi il mondo dell’immagine è molto attratta dal personaggio e quindi capita sempre più spesso di vedere persone normali anche non particolarmente belle.
«Di sicuro il mestiere del modello è molto impegnativo e richiede grande determinazione e spirito di sacrificio.»
 
Quali sono i prossimi appuntamenti nel mondo fashion?
«A gennaio parteciperò con Josip Grabovac a PITTI UOMO come testimonial di alcuni brand e poi con ci sposteremo subito a Milano per la fashion week maschile.»
 

 
Hai partecipato anche come ospite a Sarajevo al Dejana talk show, il più seguito nei Balcani, cosa ci puoi raccontare di questa esperienza?
«Esperienza fantastica. In qualità di ospite italiano mi è stata messa a disposizione una traduttrice meravigliosa, Silvia Kukanja Stanisic, e ho potuto seguire tutto il dibattito e raccontare la mia storia e la mia esperienza.
«Dejana Rosuljaš Špiler è una anchor woman di livello internazionale, professionalmente preparatissima e molto cordiale. Mi sono sentito molto a mio agio con lei.
«I Balcani sono la terra della mia rinascita, il mio Eldorado, e sono veramente felice di poterlo raccontare e ringraziare tutti pubblicamente.»
 

 
Un desiderio per concludere.
«La risposta è semplice: continuare ad essere felice.»
 
Nadia Clementi - n.clementi@ladigetto.it
Pagina Consoli Instagram: @m_consoli

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (1 inviato)

avatar
Laura 09/12/2018
GRANDE MARCO !!
Thumbs Up Thumbs Down
0
totale: 1 | visualizzati: 1 - 1

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone