Home | Sapori | Vino Trentino | La soddisfazione di Paolo Endrici, tornato vincitore dal Vinitaly

La soddisfazione di Paolo Endrici, tornato vincitore dal Vinitaly

Per le Cantina Endrizzi, la 45ª edizione è stata davvero memorabile

image

«Mai come quest'anno i nostri vini, Endrizzi Trentino e Serpaia Toscana, sono stati selezionati dai principali attori della comunicazione italiana per svariati e prestigiosi eventi in programma nella durata di Vinitaly, - dichiara Paolo Endrici, titolare dell'azienda con la moglie Christine. - Ci sentiamo forti di una crescita complessiva dell'azienda, che negli ultimi anni con il nostro gruppo di collaboratori ha fatto un deciso salto di qualità in vigneto e in cantina. Vini varietali da agricoltura ecocompatibile e una qualità al giusto prezzo, vini che noi stessi amiamo bere e in cui ci riconosciamo, e quindi affidabili per il consumatore.»

I vini di Endrizzi sono stati infatti selezionati in svariate occasioni di degustazione nel corso dell'evento appena conclusosi, tra le quali «Open your AIS: 100 vini da tenere d'occhio» a cura dell'Associazione Italiana Sommelier che ha selezionato il Teroldego Gran Masetto 2006.
L'Endrizzi Brut Riserva 2007 è stato scelto tra i metodo classico che hanno rappresentato il TrentoDoc nella nuova area Sparkling Italy, dedicato alle bollicine italiane.
L'etichetta storica della cantina Masetto Nero 2008 è stato scelto da Gigi Brozzoni nella manifestazione «Vinitaly for you» che si è svolta nel magnifico palazzo della Gran Guardia a rappresentare i 30 veri vignaioli, quelli che Luigi Veronelli ha sempre amato e tenuto in piena considerazione.
Endrizzi Brut è stato anche presente nella selezione «Bollicine d'Italia» curata da ViniBuoni Touring club editore.

Una vera consacrazione al lavoro che Endrizzi compie da decenni sul vitigno rosso principe del Trentino è giunta infine con la degustazione dal titolo «Endrizzi: il fascino multiforme del Teroldego Rotaliano» che Paolo Massobrio e Marco Gatti hanno voluto dedicare ad Endrizzi nell'ambito delle degustazioni a cura di Golosaria «Taste&Dream».
«Il Gran Masetto è un vino che mi piace da morire» - ha riconfermato al nutrito pubblico della degustazione Paolo Massobrio, dopo averlo scritto nell'edizione 2010 de Il Golosario.

Vinitaly è culminata con il prestigioso riconoscimento assegnato a Paolo Endrici, ovvero la Gran Medaglia di Cangrande, il premio che l'Ente Fiera di Verona assegna ai benemeriti della viticoltura italiana, su segnalazione delle Regioni italiane e nel caso specifico dietro candidatura dell'Assessore Provinciale Tiziano Mellarini.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni