Home | Sapori | Vino Trentino | La soddisfazione di Paolo Endrici, tornato vincitore dal Vinitaly

La soddisfazione di Paolo Endrici, tornato vincitore dal Vinitaly

Per le Cantina Endrizzi, la 45ª edizione è stata davvero memorabile

image

«Mai come quest'anno i nostri vini, Endrizzi Trentino e Serpaia Toscana, sono stati selezionati dai principali attori della comunicazione italiana per svariati e prestigiosi eventi in programma nella durata di Vinitaly, - dichiara Paolo Endrici, titolare dell'azienda con la moglie Christine. - Ci sentiamo forti di una crescita complessiva dell'azienda, che negli ultimi anni con il nostro gruppo di collaboratori ha fatto un deciso salto di qualità in vigneto e in cantina. Vini varietali da agricoltura ecocompatibile e una qualità al giusto prezzo, vini che noi stessi amiamo bere e in cui ci riconosciamo, e quindi affidabili per il consumatore.»

I vini di Endrizzi sono stati infatti selezionati in svariate occasioni di degustazione nel corso dell'evento appena conclusosi, tra le quali «Open your AIS: 100 vini da tenere d'occhio» a cura dell'Associazione Italiana Sommelier che ha selezionato il Teroldego Gran Masetto 2006.
L'Endrizzi Brut Riserva 2007 è stato scelto tra i metodo classico che hanno rappresentato il TrentoDoc nella nuova area Sparkling Italy, dedicato alle bollicine italiane.
L'etichetta storica della cantina Masetto Nero 2008 è stato scelto da Gigi Brozzoni nella manifestazione «Vinitaly for you» che si è svolta nel magnifico palazzo della Gran Guardia a rappresentare i 30 veri vignaioli, quelli che Luigi Veronelli ha sempre amato e tenuto in piena considerazione.
Endrizzi Brut è stato anche presente nella selezione «Bollicine d'Italia» curata da ViniBuoni Touring club editore.

Una vera consacrazione al lavoro che Endrizzi compie da decenni sul vitigno rosso principe del Trentino è giunta infine con la degustazione dal titolo «Endrizzi: il fascino multiforme del Teroldego Rotaliano» che Paolo Massobrio e Marco Gatti hanno voluto dedicare ad Endrizzi nell'ambito delle degustazioni a cura di Golosaria «Taste&Dream».
«Il Gran Masetto è un vino che mi piace da morire» - ha riconfermato al nutrito pubblico della degustazione Paolo Massobrio, dopo averlo scritto nell'edizione 2010 de Il Golosario.

Vinitaly è culminata con il prestigioso riconoscimento assegnato a Paolo Endrici, ovvero la Gran Medaglia di Cangrande, il premio che l'Ente Fiera di Verona assegna ai benemeriti della viticoltura italiana, su segnalazione delle Regioni italiane e nel caso specifico dietro candidatura dell'Assessore Provinciale Tiziano Mellarini.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone