Home | Sapori | Vino Trentino | I temi controversi della 75ª Mostra dei Vini del Trentino

I temi controversi della 75ª Mostra dei Vini del Trentino

Mellarini: «Il dualismo nel vino non ha motivo di esistere» Rossi: «Vero, ma esiste e va affrontato e subito»

Nel tardo pomeriggio di ieri le storiche sale del Castello del Buonconsiglio hanno fatto da cornice all'apertura della 75ª edizione della «Mostra vini del Trentino».
Si tratta dell'appuntamento di punta per il nostro comparto vitivinicolo, che in questi quattro giorni presenta le proprie eccellenze al pubblico e agli addetti ai lavori.
Sino a lunedì 23 maggio, nelle due sedi del Castello e di Palazzo Roccabruna, 42 produttori del nostro territorio e l'Istituto Tutela Grappa del Trentino propongono assaggi e degustazioni.

«Voglio dire grazie a tutti voi - ha detto l'assessore provinciale all'agricoltura, foreste, turismo e promozione della Provincia, Tiziano Mellarini - per la grande attenzione che date a questo prodotto di punta per il Trentino. Il mondo vitivinicolo in questi mesi è stato al centro di un dibattito forte a causa di un dualismo che non ha motivo di esistere. Il vino ha bisogno soprattutto di unità, dalle realtà cooperative ai singoli vignaioli, dobbiamo fare squadra per affrontare il futuro con progetti importanti. Per questo motivo spero che la 75ª Mostra Vini del Trentino sia l'inizio di un nuovo percorso attraverso il quale valorizzare tutte le potenzialità del territorio, anche appoggiandosi a un marchio unico in grado di rappresentare tutte le qualità del nostro prodotto».

Davanti alla folta platea è capitato a Giulia Furlani, studentessa dell'ultimo anno dell'Istituto Agrario di San Michele, tagliare il nastro tricolore insieme a Tiziano Mellarini e ad Adriano Dalpez, presidente della Camera di Commercio di Trento.
«In questo evento - ha spiegato il numero uno di via Calepina - troviamo una felice sintesi della qualità dei nostri vini. Vista la grande storia che la Mostra ha dietro di sé questo appuntamento può essere giustamente ritenuto un monumento della nostra città e del territorio. Una festa che ha trovato un luogo bellissimo e suggestivo».

A fare gli onori di casa il direttore del Castello del Buonconsiglio Franco Marzatico, il quale ha esaltato le antiche radici del rapporto fra i nostri prodotti e il Castello del Buonconsiglio. Alla presentazione sono quindi intervenuti Elio Fronza, presidente del Consorzio Vini del Trentino, Alessandro Dini, dell'Istituto San Michele, e l'assessore comunale Italo Gilmozzi.
La prima giornata si era aperta nel pomeriggio, con l'atteso convegno, rivolto al mondo vitivinicolo ed agli studenti Iasma, dal titolo «Vino Trentino, buono da bere, buono da pensare: il valore aggiunto della sostenibilità».

Nella storica Sala dei 500, diversi esperti si sono confrontati su questo tema sempre più sentito.
«Il tema della sostenibilità - ha commentato Fabio Piccoli, esperto nazionale del settore vitivinicolo - è cruciale per il consumatore, che non si accontenta più solamente di un prodotto di qualità, ma esige anche un vino prodotto secondo modalità rispettose dell'ambiente. La Provincia di Trento è stata la prima in Italia a dotarsi di un protocollo specifico.»

«L' inaugurazione è avvenuta e con la conferma della mia facile previsione, - ha commentato Angelo Rossi, ex direttore del Comitato Vitivinicolo Trentino. - L'improntitudine dei relatori ufficiali si è infatti spinta a mettere le mani avanti, anticipando ogni possibile critica affermando che celebrando il 75esimo della Mostra non era il caso di affrontare il tema dei temi, in attesa del responso dei 4 saggi. Come se il tema riguardasse pochi intimi invece di 7.500 produttori e le loro famiglie…»

La Mostra resterà aperta con ora rio continuato dalle 15 alle 22 al Castello del Buonconsiglio e dalle 10 alle 22 a Palazzo Roccabruna nella giornata di domani, mentre domenica i portoni saranno aperti, rispettivamente, con orario 11-19 e 10-22.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone