Home | Sapori | Vino Trentino | Cantina Roveré della Luna: il pieno di medaglie all’IWSC di Londra

Cantina Roveré della Luna: il pieno di medaglie all’IWSC di Londra

Medaglia d’Argento per il Pinot Grigio Vigna L’Omeri 2013 e per il Gewürztraminer Vigna Winchel 2013; Medaglia di Bronzo per il Lagrein Vigna Rigli 2013


 
L’intera Collezione Quaranta Jugheri, annata 2013 è stata premiata all’International Wine and Spirit Competition di Londra. Il Pinot Grigio DOC Trentino Vigna L’Omeri e il Gewürztraminer DOC Trentino Vigna Winchel sono stati insigniti con la Silver Medal; confermata invece la Bronze Medal dello scorso anno per il Lagrein DOC Trentino Vigna Rigli.
L’IWSC di Londra da 47 anni giudica vini e distillati provenienti da più di 90 Paesi avvalendosi di una folta e altamente qualificata giuria.
Le commissioni di degustazione sono formate da più di 300 giurati tra professionisti del mondo del vino, giornalisti, sommelier ed enologi provenienti dai cinque continenti che contribuiscono a conferire a questo concorso un notevole prestigio a livello internazionale.
 
«Questi riconoscimenti ci rendono orgogliosi – dice Diego Coller, Presidente di Roveré della Luna – perché si tratta di una competizione tra le più autorevoli e rinomate al mondo e vedere premiato l’impegno che tutti noi mettiamo nella ricerca di una sempre maggiore qualità non può che essere un piacevole incentivo a fare ancora meglio.
«Inoltre – aggiunge Corrado Gallo, direttore della Cantina – il fatto che sia proprio la Collezione Quaranta Jugheri ad essere premiata ci rende ancora più fieri poiché questa linea, per la scelta dei vitigni - il Pinot Grigio su tutti - e l’ubicazione dei vigneti, racconta la storia della Cantina e del territorio.
«Si tratta di piccolissime produzioni - le bottiglie sono numerate - e le uve provengono da singole vigne che circondano la Cantina.»
 
Nata nel 1919 a Roverè della Luna, territorio di confine tra il Trentino e l'Alto Adige, la Cantina Roveré della Luna Aichholz conta oggi 300 soci per 420 ettari di vigneti che garantiscono ogni anno una raccolta che supera i 65mila quintali d’uva. Il fatturato 2015 si è attestato a quasi 10 milioni di euro con un liquidato prossimo di 7,5 milioni di euro.
La cura meticolosa del prodotto, l’amore per la terra, la ricerca dell’innovazione nel rispetto della tradizione: da questa alchimia di principi inderogabili - che scandiscono l’impegno quotidiano dei soci - si origina l’eccellenza da bere firmata Roverè della Luna, una produzione che ai grandi classici come il Pinot Grigio, il Gewürztraminer, il Pinot Nero, il Lagrein e il Teroldego, affianca proposte più moderne, come Vervè, la nuova linea di bollicine Trentodoc, prestigiose riserve e collezioni esclusive.

L’azienda estende i suoi possedimenti parte in Trentino e parte in Alto Adige, con i vigneti che ricadono nelle zone a doc Trentino, Alto Adige, Teroldego Rotaliano, Lago di Caldaro e Valdadige.
La Cantina si trova a Roveré della Luna, il paese più a nord della Valdadige trentina, nel cuore della regione dolomitica: qui fra arbusti di rovere e terreni ghiaioso calcarei, la vite cresce con difficoltà e dona al vino spiccati profumi e intensi sapori.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone