Home | Sapori | Vino Trentino | Ferrari è nuovamente «Sparkling Wine Producer of the Year»

Ferrari è nuovamente «Sparkling Wine Producer of the Year»

La cantina ottiene per la terza volta il prestigioso riconoscimento dalla più importante competizione internazionale dedicata alle bollicine – L'orgoglio della Provincia

Un traguardo memorabile, con un numero di medaglie d’oro mai raggiunte prima in questa competizione: Ferrari è anche quest’anno «Sparkling Wine Producer of the Year» al concorso internazionale The Champagne & Sparkling Wine World Championships.
Per la prima volta dall’inizio della competizione, l’Italia ha superato la Francia per numero di medaglie. La Casa Trentina ne ha ricevute ben 15 d’oro per i suoi Trentodoc, tra cui il Ferrari Brut e il Ferrari Maximum, primeggiando sulla Maison de Champagne Louis Roederer per la nomina al trofeo più prestigioso, il titolo di «Produttore dell’Anno».
Ad annunciarlo lo stesso ideatore Tom Stevenson, un'autorità internazionale nel settore, che ha definito come «unbelievable», ovvero incredibile, lo straordinario successo di Ferrari.
 
The Champagne and Sparkling Wine World Championships è la più importante competizione internazionale dedicata solo al settore delle bollicine, un primato ottenuto soprattutto grazie al prestigio dei suoi tre giudici, Tom Stevenson, fondatore del concorso, Essi Avellan e Tony Jordan, tutti grandissimi esperti, in particolare di bollicine.
Fin dalla prima edizione, i Trentodoc delle Cantine Ferrari sono stati valutati tra le migliori bollicine al mondo. Basti ricordare che, oltre ad esser stato nominato Sparkling Wine Producer of the Year già nel 2015 e 2017, Ferrari si è aggiudicato il titolo di World Champion Sparkling Wine Outside Champagne con il Ferrari Perlé 2007 nel 2014 e, nel 2016, quello di Blanc de Blancs World Champion con il Ferrari Brut.
 
Questi risultati non fanno che confermare il valore dell’intera gamma dei Trentodoc Ferrari, nonché regalano ulteriore prestigio internazionale alla Casa trentina, che si conferma tra i migliori produttori di bollicine a livello internazionale, in grado di primeggiare su Maison de Champagne e altre importanti cantine di tutto il mondo.
«Siamo molto orgogliosi di questo titolo in quanto testimonia una volta di più come il Trentino, grazie alla sua viticoltura di montagna, sia un territorio con una vocazione unica e straordinaria per creare bollicine di eccellenza, – commenta Matteo Lunelli, presidente delle Cantine Ferrari. – Non a caso la Trentodoc è la denominazione con il maggior numero di medaglie in questa competizione.
«Dedico, anche a nome di tutta la mia famiglia, questo successo a tutte le donne e gli uomini delle Cantine Ferrari che ogni giorno, da oltre un secolo, portano avanti il sogno di Giulio Ferrari mirando sempre ai traguardi più ambiziosi.»

La cerimonia di premiazione per l’assegnazione delle medaglie e del titolo di «Sparkling Wine Producer of the Year» avverrà il 4 novembre a Londra.
 
Le congratulazioni dell’assessore Zanotelli per il riconoscimento internazionale per Trentodoc.
Italia batte Francia nelle bollicine o meglio, Trentodoc batte Champagne.
Le Cantine Ferrari di Trento sono state nominate «Sparkling wine producer of the year» nell’ambito del «Champagne & Sparkling wine world championships 2019», la più importante competizione internazionale dedicata al settore.
«Si tratta di un risultato davvero straordinario per il settore vitivinicolo trentino, – evidenzia l’assessore provinciale all’agricoltura Giulia Zanotelli. – Grande soddisfazione - aggiunge - per un riconoscimento a livello mondiale della qualità del Trentodoc metodo classico, capace di esprimere al meglio le peculiarità del nostro territorio di montagna.
«Un plauso – commenta infine Giulia Zanotelli – va ai tanti produttori che sanno valorizzare il nostro Trentino, realizzando prodotti dall'indiscussa qualità, creando un forte legame identitario e distintivo.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni