Home | Sport | Italia show agli Europei di nuoto Roma 2022

Italia show agli Europei di nuoto Roma 2022

Cinque ori e quattro argenti, terzo titolo di fila per Quadarella negli 800 sl

image

Quadarella - Foto Andrea Staccioli e Pasquale Mesiano/DBM.
 
Italia show al Foro Italico: cinque ori e quattro argenti nella seconda giornata della XXXVI edizione degli Europei delle discipline acquatiche, in corso di svolgimento a Roma.
La capitolina Simona Quadarella trionfa negli 800 metri stile libero davanti al proprio pubblico e conquista il terzo titolo europeo consecutivo sulla distanza fermando il cronometro sul tempo di 8'20"54.
Completano il podio la tedesca Isabel Marie Gose, argento in 8'22"01, e la turca Merve Tuncel, bronzo in 8'24"33.
Quinta l'altra azzurra in gara, Martina Rita Caramignoli, con il crono di 8'31"30.
«Ho rotto il ghiaccio, adesso mancano 1.500 e 400, – dice Quadarella. – Preferivo scendere sotto l'8'20 ma va bene così, soprattutto in questo periodo.
«Sono stata costante in tutti i passaggi ed era quello che comunque mi ero imposta. Sentire il pubblico per me è stato emozionante; mi ha trascinata fin dalla prima bracciata.»
 

Panziera.
 
Tris di titoli anche nei 200 metri dorso per Margherita Panziera, che festeggia due volte nel giorno del suo compleanno.
La classe 1995 tocca la piastra in 2'07"13, mettendosi alle spalle la britannica Katie Shanahan (2'09"26) e l'ungherese Dora Molnar (2'09"73) e regalando all'Italia la prima medaglia in vasca della seconda giornata.
«Sono contentissima di aver vinto il terzo oro a Roma, – la soddisfazione della primatista italiana. – Sapevo di non valere un gran tempo, ma va benissimo così.»


Martinenghi.
 
La festa italiana continua nei 100 metri rana maschili con una magica doppietta. Nicolò Martinenghi, dopo il titolo iridato, conquista anche quello continentale con il tempo di 58"26, precedendo il connazionale Federico Poggio, medaglia d'argento in 58"98. Completa il podio il lituano Andrius Sidlauskas, bronzo con il crono di 59"50.
«Sono felicissimo, anche se mi aspettavo di nuotare più veloce, – rivela Martinenghi. – Questa medaglia ha un peso importante, poiché arriva al termine di una stagione lunga.
«L'anno post olimpico è sempre delicato, il rischio è di abbassare il livello: invece sono rimasto competitivo. Il pubblico è commovente: è venuto qui a tifarci, nonostante sia agosto, mese generalmente in cui si sta in vacanza. Sono contento di essere tornato con Federico che si merita questa medaglia.»
Grande emozione per Poggio: «È tutto incredibile. Mi sono tornati in menti i tempi degli eurojunior quando gareggiavamo insieme a Nico ed eravamo sempre sul podio.
«Dedico questa medaglia alla mia società, all'allenatore, al mio gruppo sportivo, ai fisioterapisti che in questi giorni mi hanno aiutato e alla mia famiglia.»
 

4x100 misti.

Thomas Ceccon scalda i motori in vista dei 100 dorso, di cui è primatista del mondo, e conquista il titolo continentale dei 50 metri farfalla. Il vicentino si aggiudica l'oro in 22"59, precedendo il francese Maxime Grousset (22"97) e il portoghese Diogo Matos Ribeiro (23"07).
La giornata del nuoto in vasca si chiude con la medaglia d'argento della 4x100 misti mista.
Thomas Ceccon, Nicolò Martinenghi, Elena Di Liddo e Silvia Di Pietro chiudono in 3'43"61, davanti a Gran Bretagna (3'44"64) e alle spalle della sola Olanda (3'41"73).
Si fermano ai piedi del podio invece le azzurre nella finale dei 100m stile libero: Chiara Tarantino è quarta in 54"13, mentre Silvia Di Pietro è quinta in 54"18.
La medaglia d'oro va al collo dell'olandese Marrit Steenbergen (53"24), davanti alla francese Charlotte Bonnet (53"62) e alla britannica Freya Anderson (53"63).
Tornerà protagonista la rana azzurra con la finale dei 100 metri femminili che vedrà al via Benedetta Pilato (miglior tempo di accesso con 1'06"16) e Lisa Angiolini (1'06"85 in semifinale).
Si giocheranno le medaglie anche gli azzurri Alessandro Miressi e Lorenzo Zazzeri, entrati nella finale dei 100 stile libero rispettivamente con il terzo (47"96) e quarto tempo (48"05). In finale anche Lorenzo Mora (1'57"07, quarto tempo) e Matteo Restivo (1'58"30, settimo crono) nei 200 metri dorso.
Rimangono invece fuori dall'atto conclusivo dei 50 metri farfalla Costanza Cocconcelli (26"64) e Silvia Di Pietro (26"42).
 

Sincro.
 
Giornata trionfale anche nel nuoto artistico, con l'Italia che porta a casa altre tre medaglie. Linda Cerruti è argento nel solo tecnico con 90.8839 punti, alle spalle solamente dell'ucraina Marta Fiedina (92.6394).
Titolo continentale per Giorgio Minisini, che all'esordio internazionale nel singolo domina la finale del solo tecnico maschile con 85.7033 punti e regala all'Italia del sincro il primo titolo continentale di sempre.
Le azzurre Domiziana Cavanna, Linda Cerruti, Costanza Di Camillo, Costanza Ferro, Gemma Galli, Marta Iacoacci, Marta Murru, Enrica Piccoli, Federica Sala, Francesca Zunino poi completano l'opera conquistando la medaglia d'argento nella finale highlight con il punteggio di 91.7000, alle spalle dell'Ucraina, oro con 94.0667 punti.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande