Home | Sport | Organizzare un evento sportivo all’aperto: consigli utili

Organizzare un evento sportivo all’aperto: consigli utili

È bene conoscere i suggerimenti base per preparare un evento vincente

image

>
Oggi le manifestazioni sportive all’aperto sono davvero tante.
Si va dalle giornate dedicate ad attività salutari come lo yoga, fino ad arrivare alla corsa, al Tai Chi o al più recente Street Workout: si tratta di sport che si possono praticare all'aria aperta senza bisogno di attrezzature particolari, se non la voglia di allenarsi.
Organizzare manifestazioni del genere è poi un’occasione per vivere una giornata in modo diverso.
Così è possibile invogliare chiunque a fare sport, al tempo stesso diffondendo il proprio nome o marchio.
Legando il proprio brand ad attività salutari di questo tipo, infatti, si può ottenere molta visibilità. Inoltre, le manifestazioni sportive legano il marchio ad un significato fatto di salute e di buoni propositi.
Non a caso, in questo articolo scopriremo i segreti per organizzare manifestazioni sportive di successo.
 
 Capire che tipo di evento si desidera organizzare 
In primo luogo bisogna comprendere quale tipologia di evento sportivo si intende organizzare.
In tal senso le scelte sono molto numerose: si passa dalle manifestazioni sportive basate su sport individuali come lo Yoga, a quelle fondate sugli sport più competitivi come la corsa.
Da qui emerge la necessità di confrontarsi con esigenze e costi diversi.
Ogni tipologia di evento, infatti, presuppone una valutazione del proprio budget di partenza.
Si deve anche definire il luogo dell’evento e, di conseguenza, pianificare una data per l’organizzazione del suddetto.
 
 Un approfondimento sui costi e sul biglietto 
Chi organizza un evento si trova costretto a confrontarsi con i costi di quest’ultimo.
La pianificazione del budget dovrebbe sempre considerare la ricerca e la partecipazione di uno o più sponsor.
Se alle spalle è presente una società, parte dei costi potranno essere messi a bilancio e coperti.
In caso contrario, si consiglia di reperire uno sponsor proponendo la partnership alle società locali.
È altrettanto importante definire il costo dell’eventuale ticket di partecipazione. In questo caso è obbligatoria l’autorizzazione della SIAE.
 
 Promuovere l’evento offline e online 
Le locandine sono un ottimo mezzo per promuovere un evento sportivo.
Anche in questo caso, però, serve ottenere l’autorizzazione del Comune per le affissioni.
È anche il caso di ricorrere ai gadget con il logo dell’organizzazione stampato sopra.
Ciò permetterà di diventare riconoscibili e di permettere ai partecipanti di associare quel dato evento al nome. Ad esempio, regalare delle shopper ai partecipanti è un’idea molto economica ed efficace da un punto di vista promozionale.
Si possono anche acquistare online visitando i siti specializzati come axonprofil.it, dove poter ordinare un set di borse personalizzate.
Infine, strumenti digitali come Facebook e il sito web sono occasioni altrettanto preziose per la promozione di un evento sportivo.
 
 Attenzione al fattore sicurezza 
Ogni organizzatore di eventi ha degli obblighi da rispettare, in termini di sicurezza.
Ciò è possibile farlo misurando i livelli di rischio, che possono essere calcolati sfruttando un sistema come l’algoritmo di Maurer.
In base al risultato ottenuto, si ottengono informazioni quali il numero dei soccorritori necessari e le ambulanze.
Fra l’altro, bisogna anche sviluppare una strategia di soccorso che tenga in considerazione i fattori di rischio associati a quel determinato evento.
È uno step necessario per poter individuare quali e quante risorse impiegare durante il suo svolgimento, tenendo conto anche delle variabili.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone