Home | Sport | Europei, Elena Bertocchi e Chiara Pellacani d'oro nel sincro

Europei, Elena Bertocchi e Chiara Pellacani d'oro nel sincro

Hanno raccolto alla grande la difficile eredità di Tania Cagnotto e Franecsca Dallapè

image

Foto Ansa per Coni.
 
Due ragazze d'oro. Elena Bertocchi e Chiara Pellacani concludono il loro europeo di tuffi sul gradino più alto del podio. Vincono la finale del sincro tre metri con 289.26 punti.
È la specialità della casa. La gara made in Italy per antonomasia, quella con cui Tania Cagnotto e Francesca Dallapè sono state incoronate otto volte campionesse europee, consecutivamente da Torino 2009 e Londra 2016.
Un'eredità pesante da ricevere per le giovani azzurre. Ai mondiali di Budapest vinsero le cinesi Chang Yani e Shi Timgmao con le russe Nadezhda Bazhina e Kristina Ilinyk terze, che poi si rifecero in Coppa Europa a Kiev (negli europei di specialità) vincendo con 304.80 punti.
Elena Bertocchi - bronzo da un metro venerdì (271.25) - e Chiara Pellacani - settima dai tre metri sabato all'esordio europeo in finale (274.00) - in Coppa Europa a Kiev e ai mondiali a Budapest non avevano gareggiato in tandem e a Londra c'era ancora la coppia dorata, pluricampione d'Europa, Tania Cagnotto e Francesca Dallapè che vinse con 327.81.
 
«Dopo due giorni di terapia il dolore alla gamba è migliorato ma con l'adrenalina che ho oggi non ho sentito più nulla», – esulta Elena Bertocchi.
«Non mi sembra vero, sono ancora sulla giostra», sorride Chiara Pellacani che ha 15 anni e 11 mesi ha battuto il record di Tania Cagnotto che aveva vinto la sua prima medaglia europea a 17 anni.
È Chiara a contare e dare il via al salto.
«Lascio dare il tempo a lei, io la seguo, – conferma Elena. –- Ci siamo allenate stamattina e poi subito in gara, senza pressione.
«Abbiamo cominciato a crederci col passare dei tuffi e alla fine ce l'abbiamo fatta. Grazie a tutti per il tifo, il sostegno tecnico e morale, l'affetto che ci dimostrate. Siamo strafelici.»
 
Elena e Chiara salgono di nuovo sul trampolino 24 ore dopo la finale singola, prima da avversarie e stavolta in coppia.
I loro tuffi sono tutti carpiati. I due obbligatori, ritornato e rovesciato, fruttano 93.60 e il terzo posto (il sincro riceve gli 8).
La gara si fa stimolante: al terzo round eseguono il doppio e mezzo avanti con un avvitamento che con 69.30 fa ben sperare (162.90).
 
Ora davanti hanno soltanto le inglesi (quarte a Kiev) Grace Reid e Katherine Torrance con 166.20. Anche il triplo e mezzo avanti azzurro piace (66.96) e accende gli animi del team Italia.
Fischia Domenico Rinaldi da bordo vasca, è concentratissimo Dario Scola accanto a lui.
Siamo ancora seconde e manca l'ultimo giro. Si chiude col doppio e mezzo indietro (59.40) poi si aspetta che finiscano le altre per festeggiare. Sbagliano all'ultimo Grace Reid e Katherine Torrance.
Britanniche fuori dal podio. È oro!
 
Elena Bertocchi, 24 anni il prossimo 19 settembre, milanese, è tesserata con Esercito e Canottieri Milano ed è allenata da sempre da Dario Scola. Venerdì ha conquistato la medaglia di bronzo dal metro (271.25) che si aggiunge al successo in Coppa Europa a Kiev (282.80) e il bronzo al mondiale di Budapest (296.40) nel 2017 che per lei è stato l'anno della definitiva affermazione internazionale.
 
Chiara Pellacani, che compirà 16 anni il 12 settembre, è la più giovane della squadra azzurra di tuffi. Campionessa europea ragazze dai tre metri agli Eurojunior di Bergen 2017, dove ha conquistato anche il bronzo nel team event mixed, sabato al debutto europeo con la Nazionale maggiore ha centrato il settimo posto nella finale da tre metri, dopo l'esordio mondiale l'anno scorso a Budapest.
Tesserata MR Sport F.lli Marconi, è seguita da Domenico Rinaldi. Neanche Tania Cagnotto aveva vinto una medaglia internazionale così giovane.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande