Home | Sport | Basket | Dolomiti Energia Trentino, mercoledì 3 marzo arriva il Partizan

Dolomiti Energia Trentino, mercoledì 3 marzo arriva il Partizan

Trento e Belgrado si sfidano alla BLM Group Arena in un match determinante per la corsa alla qualificazione ai quarti di finale di Euro Cup

image

Foto Daniele Montigiani - Aquila Basket Trento.
 
Dolomiti Energia Trentino (2-2) vs. Partizan NIS Belgrade (2-2)
Round 5 - Top 16 7DAYS EuroCup | BLM Group Arena, Trento
Mercoledì 3 marzo | ore 20.00 | Eurosport Player
 
 Possibili quintetti  
Trento: G - Gary Browne, G - Jeremy Morgan, F - Kelvin Martin, F - Luke Maye, C - JaCorey Williams
Partizan:G - Marcus Paige, G - Ognjen Jaramaz, F - Rade Zagorac, F - Rashawn Thomas, C - Will Mosley
 
 Chiavi e scenari  
Quello di mercoledì alla BLM Group Arena è uno degli incontri più importanti ed attesi di tutte le Top 16 di 7DAYS EuroCup: Dolomiti Energia Trentino e Partizan Belgrade si presentano alla palla a due con identico bilancio in classifica a due giornate dalla fine, 2 vittorie e altrettante sconfitte.
Nella classifica del gruppo F al momento il Metropolitans (3-1) è in vetta, e affronta il Lokomotiv Kuban (1-3) nel Round 5.

Tra Dolomiti Energia e Partizan è quasi un vero e proprio «dentro o fuori»: i serbi potrebbero qualificarsi vincendo e sperando in un successo del Metropolitans, Trento invece con un successo si ritroverebbe in un'ottima situazione alla vigilia del conclusivo Round 6.
Se il Lokomotiv dovesse battere i francesi, in ogni caso, tutto il discorso qualificazione sarebbe rimandato all'ultimo turno e non ci sarebbero squadre qualificate dopo cinque turni di girone!  

Trento arriva alla sfida con i serbi reduce da una sconfitta in trasferta a Cremona in campionato, ma con la voglia di invertire la tendenza e prendersi una bella rivincita in campo europeo: una delle chiavi della sfida potrebbero essere i tiri da tre dei bianconeri, che sono una delle peggiori squadre dell'EuroCup (32,5%) dall'arco, ma che negli otto successi stagionali in coppa hanno sfiorato il 40% di realizzazione contro il 24% di tiri mandati a bersaglio nelle sei sconfitte
 
 Partizan  
La squadra serba dopo aver chiuso al quarto posto il girone A di regular season sta cercando i punti decisivi per strappare un pass per i quarti di finale di coppa: il successo in rimonta dell'ultimo turno di Top 16 contro il Lokomotiv Kuban ha mostrato quanto tosti e determinati siano i ragazzi di coach Saso Filipovski.
Quello del roster serbo è un mix di gioventù ed esperienza che però ha tanti elementi comuni a tutti i giocatori: talento, garra e capacità di esaltarsi nei momenti più difficili delle partite.

La partenza nelle ultime ore dell'esterno Codi Miller-McIntyre non toglie nulla al valore di un gruppo lanciato verso i massimi palcoscenici europei: uno dei leader è il lungo ex Sassari Rashawn Thomas (13 punti e 6 rimbalzi di media), ma la forza dei Crno-Beli è quella di saper trovare tanti protagonisti diversi ogni sera.
Il fattore X è la vena realizzativa dell'ex stella di North Carolina, e grande amico di Luke Maye, Marcus Paige: il folletto mancino alla terza stagione con il Partizan viaggia a 10 punti di media con il 60% da due, il 44% da tre e un paio di assist in 25 minuti a partita.

I due classe '95 serbi Ognjen Jaramaz e Rade Zagorac sono esponenti di spicco del nucleo serbo che assicura affidabilità e forza mentale, sotto canestro il totem Will Mosley (visto in Italia a Trieste) è uno dei migliori difensori interni della manifestazione e fa reparto con un altro "italiano" come Eric Mika (protagonista a Pesaro e Brescia).
E nelle ultime settimane si è rafforzato anche l'impatto sul parquet del play USA Josh Perkins, che aveva debuttato in maglia Partizan proprio contro Trento nel match di andata: è stato suo il canestro della vittoria contro il "Loko" nel Round 4.
 
 Sesta volta  
Il Partizan Belgrado è la squadra che Trento ha affrontato più volte in EuroCup nella sua storia: con quella di mercoledì saranno sei le sfide continentali tra le due squadre bianconere: al match della BLM Group Arena si arriva con una striscia aperta di quattro successi consecutivi dei serbi, che dopo essere capitolati nel primo precedente tra i due club non hanno mai perso.
 
La prima si è giocata il 3 ottobre 2018, sempre in via Fersina: in quell'occasione a risolvere la sfida, valida per il primo turno di regular season 2018-19, fu la Dolomiti Energia di Nikola Radicevic (15 punti) e Devyn Marble.
L'ultimo precedente invece è quello del match di andata in queste Top 16, il Round 1 di Belgrado andato nettamente ai padroni di casa: 71-43 il finale, con l'Aquila costretta ad un secondo quarto da appena 4 punti realizzati.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni