Home | Sport | Basket | Dolomiti Energia espugna il PalaRadi di Cremona per 89 a 84

Dolomiti Energia espugna il PalaRadi di Cremona per 89 a 84

Show Flacca & Craft nell'ultimo quarto: i bianconeri hanno la meglio sui padroni di casa grazie ai 14 punti complessivi dei due esterni negli ultimi 10 minuti

image

>
La Dolomiti Energia Trentino apre il girone di ritorno espugnando il parquet della Vanoli Cremona 84-89: vittoria di carattere e di qualità dei bianconeri, che hanno trovato in Flaccadori e Craft i due trascinatori tecnici ed emotivi negli ultimi, intensissimi, 10 minuti di partita.

Diego chiude con 21 punti a referto (7/9 dal campo, 3/5 da tre), per Aaron il bottino è di 18 senza errori al tiro (5/5 da due, 2/2 da tre) a cui aggiunge quattro rimbalzi e tre assist; 15 punti a testa per Hogue (9/11 ai tiri liberi) e Marble (15 dei quali arrivati nel primo tempo).

La Dolomiti Energia, sotto di sette lunghezze in apertura di ultimo quarto, piazza un grande break ispirato prima da Hogue e Gomes e chiuso poi dalle scorribande della coppia di esterni che risolve la partita.


 
 La cronaca 
I bianconeri subiscono subito una tripla di Aldridge, ma partono forti grazie a 5 punti consecutivi di Marble e ad un gioco da 3 punti di Hogue (6-10): sono 4 palloni persi banali a rallentare la produzione offensiva di un’Aquila attenta in difesa ma poco precisa in attacco.
Un paio di incursioni di Flaccadori e Pascolo però non bastano per tenere avanti i bianconeri: Demps e Ricci colpiscono dall’arco e dopo 10’ Cremona è avanti 21-20.
 
La Vanoli prova ad accelerare, ma Trento è pronta a combattere e ha in Marble la propria anima in difesa e in attacco: Devyn stoppa Demps e poi piazza una grande schiacciata, poi continua a segnare dando ai suoi anche il +7 (30-37) con il quindicesimo punto della sua partita.
I tiri liberi di Mathiang (8/10 dalla linea nel solo primo tempo) tengono a tiro la Vanoli, che nonostante un paio di triple di Craft riesce a contenere i danni arrivando all’intervallo lungo (40-44).
 
Cremona ancora una volta approccia meglio l’avvio di parziale e si riporta in vantaggio: sulle ali dell’entusiasmo, Diener e compagni piazzano un 9-2 a cui la Dolomiti Energia risponde con pazienza e carattere, grazie ad un Flaccadori ispiratissimo e a un Pascolo reattivo sotto i tabelloni.
Il terzo parziale però sorride ai padroni di casa, e si va alla volata finale sul 62-60.
 
Gli ultimi 10’ sono da cuori forti: Ruzzier è «in the zone» (67-60), Trento però non si scompone: Gomes segna il primo canestro della sua partita nel momento di massima necessità dei bianconeri (80-79), poi sono Flaccadori e Craft (14 punti in due negli ultimi 10’) a confezionare le giocate che valgono la settima vittoria stagionale in campionato per i bianconeri. Una delle più dolci.
 
 MAURIZIO BUSCAGLIA 
(Allenatore Dolomiti Energia Trentino)
«Questa vittoria ha chiuso nel migliore dei modi una settimana in cui abbiamo lavorato tanto, e bene: dopo due sconfitte consecutive e dopo quella particolarmente bruciante con Brindisi ci tenevamo tanto a prenderci questi due punti e lo abbiamo fatto con un ottimo apporto dai singoli e dalla squadra.
«Nel momento più delicato della partita, all’inizio del quarto periodo, abbiamo saputo reagire alle difficoltà.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone