Home | Sport | Basket | Coach Alessio Marchini saluta Aquila Basket

Coach Alessio Marchini saluta Aquila Basket

Il bilancio della stagione 2018-19 del settore giovanile aquilotto con le sue parole

L’ultima stagione di coach Alessio Marchini alla guida del settore giovanile della Dolomiti Energia Trentino si chiude con tante soddisfazioni e con qualche piccolo rimpianto per i gruppi bianconeri.
 
 ALESSIO MARCHINI 
«Per il settore giovanile dell'Aquila Basket è stata una stagione che considero nel complesso soddisfacente: il gruppo Under 13 ha vinto il campionato regionale mettendo in mostra ragazzi che possono avere un buon futuro, gli U14 hanno ben figurato nel girone veneto finendo settimi su 28 squadre; per gli U15 è stata una stagione con tanti alti e bassi ma in crescita, così come per il gruppo Under 16 che ha faticato un po' di più nel campionato Eccellenza.
«Ogni squadra del nostro settore giovanile però ha proseguito nel processo di crescita dei ragazzi, che è sempre stato il nostro primo obiettivo anche al di là dei risultati.
 
«Per il mio gruppo, gli Under 18 Eccellenza, questa è stata un'annata un po' particolare, con grandi soddisfazioni e un pizzico di amarezza per il finale di stagione: con una squadra più giovane della media, con un gruppo di fatto "nuovo" senza alcuni punti di riferimento rispetto al recente passato, credo che sia stato un 2018-19 più che buono.
«La cosa che ci tengo a sottolineare è che abbiamo visto crescere e migliorare alcuni ragazzi su cui puntavamo, che hanno fatto passi in avanti e dimostrato di poter ambire a giocare ad un certo livello. Sono convinto che i risultati del lavoro, nostro e loro, con il tempo emergeranno.»
 
«Alla fine nonostante gli infortuni e i problemi fisici abbiamo sfiorato l'accesso alle Finali Nazionali in cui prendevano parte solo le migliori 8 d'Italia e non più 16 come in passato: abbiamo giocato alla pari con formazioni di qualità come Pistoia e Cantù e nella fase finale siamo stati beffati dalla differenza punti.
«Entrare nelle Finali Nazionali sarebbe stato il perfetto coronamento di una stagione che ci ha visti vincere la NextGen Cup di Legabasket a febbraio: un successo di prestigio e di grande visibilità anche per il club, sollevare la coppa di fronte a seimila persone al Mandela Forum di Firenze è stato molto emozionante, e gratificante anche per i ragazzi».

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone