Home | Sport | Calcio | La Virtus Bolzano espugna il Briamasco e s'impone per 1 a 0

La Virtus Bolzano espugna il Briamasco e s'impone per 1 a 0

La punizione riuscita di Koni a fine primo tempo e il rigore mancato di Kaptinaagli inizi del secondo regalano il successo agli altoatesini

image

>
Il calcio piazzato vincente di Koni a fine primo tempo regala la vittoria alla Virtus Bolzano nel derby regionale.
Il Trento nella ripresa prova a rimontare lo svantaggio, crea un paio di nitide palle gol ma non riesce a sfondare, sbagliando anche un calcio di rigore.
Domenica prossima impegnativa trasferta sul campo del Delta Porto Tolle.


 
 Live match 
Mister Rastelli si affida ancora al 3-5-2 e propone alcune variazioni rispetto alla sfida di domenica scorsa. In difesa, scontati i due turni di squalifica, tornano Sorbo e Zucchini, mentre in mezzo al campo è Bertaso ad agire da regista con Dragoni interno e Badjan sulla corsia mancina. In avanti è Bardelloni a fare coppia con Bertoldi.
Il match è molto tattico e con pochi spunti di cronaca: al 14' lancio di Bertaso, sponda di Bertoldi e conclusione di prima intenzione di Dragoni, che chiama il portiere bolzanino ad un difficile intervento. Al 36' il match si ferma per una decina di minuti, per consentire allo staff medico e all'ambulanza di soccorrere il difensore ospite Kicaj che, in uno scontro con il proprio portiere, rimedia un serio infortunio alla spalla e deve essere trasportato all'ospedale di Trento.
 
Il primo tempo sembra destinato a chiudersi sullo 0 a 0 ma, nel corso del quarto dei cinque minuti di recupero accordati dal direttore di gara, la Virtus Bolzano trova il gol del vantaggio: calcio di punizione da venti metri in favore dei biancoverdi con il giovane Koni che disegna una parabola che supera la barriera e s'insacca alle spalle di Barosi.
 

 
La ripresa inizia con il Trento all'assalto e, dopo otto minuti, il traversone dalla destra di Furlan viene intercettato con il braccio da Arnaldo Kaptina e l'arbitro assegna la massima punizione.
Sul dischetto va lo stesso centrocampista gialloblù, la cui conclusione spiazza Weiss ma s'infrange contro la traversa.
I gialloblù ci provano ancora con Bertoldi: cross di Badjan da sinistra e gran colpo di testa in torsione del centravanti del Trento, che chiama Weiss ad un difficile intervento.
Gli aquilotti spingono ancora, ma vengono respinti dalla Virtus Bolzano, che si difende con ordine sino al 94' ed espugna il Briamasco.
 

 
 Il tabellino 
TRENTO - VIRTUS BOLZANO 0-1
TRENTO (3-5-2): Barosi; Kostadinovic (30'st Bosio), Sorbo, Zucchini (16'st Baronio); Cazzago (30'st Carella), Furlan (38'st Paoli), Bertaso (23'st Selvatico), Dragoni, Badjan; Bardelloni, Bertoldi.
A disposizione: Russo, Romagna, Trevisan, Ferraglia.
Allenatore: Claudio Rastelli.
VIRTUS BOLZANO (4-3-1-2): Weiss; Kicaj (42'pt Menghin), Rizzon, Kiem, Davi; Bounou (14'st Pinton), A. Kaptina, Cremonini (28'st Barilli); Bacher; Koni (38'st Guerra), E. Kaptina (21'st Timpone).
A disposizione: Tenderini, Al Salih, Pfeifer, Marini.
Allenatore: Alfredo Sebastiani.
ARBITRO: Catanoso di Reggio Calabria (Signore di Venosa e Dell’Orco di Policoro).
RETE: 49'pt Koni (V).
NOTE: spettatori 700 circa. Campo in buone condizioni. Ammoniti Dragoni (T) per gioco falloso, Bertoldi (T) e Cremonini (V) per comportamento non regolamentare. Calci d'angolo 4 a 1 per il Trento. Recupero 5' + 4'.
 
 La classifica del girone C 
Adriese ed Este 10 punti; Campodarsego, Union Feltre, Cjarlins Muzane, Arzignano Valchiampo e Virtus Bolzano 7; Chions e Levico Terme 6; Tamai, Sandonà e Cartigliano 5; Clodiense Chioggia 4; Delta Porto Tolle, Montebelluna e San Giorgio 3; Belluno 2; Trento 1.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone