Home | Sport | Calcio | Dopo la sosta forzata, il Trento torna in campo a Este

Dopo la sosta forzata, il Trento torna in campo a Este

Primo dei due impegni ravvicinati per i gialloblù, che mercoledì recupereranno la sfida contro il Delta Porto Tolle

image

>
Dopo la domenica di forzato riposo a causa del rinvio per impraticabilità del campo della sfida contro il Delta Porto Tolle, il Trento torna in campo domenica ad Este (calcio d'inizio alle ore 14.30) contro la formazione locale, ottava forza del torneo a quota 30 punti.

I gialloblù, che torneranno in campo già mercoledì 13 febbraio per il recupero contro la compagine rodigina, si presentano all'appuntamento con 16 punti in classifica, sei dei quali conquistati in trasferta per effetto del successo contro il Tamai e dei pareggi con Sandonà, Clodiense Chioggia e San Giorgio.

L'Este in casa ha sin qui realizzato 17 punti, per effetto di quattro vittorie, cinque pareggi e una sconfitta. Dirigerà l'incontro Ettore Longo della sezione di Cuneo, coadiuvato dagli assistenti Gianluca Scardovi di Imola e Francesco Grande di Bologna.

 In campo 
Mister Loris Bodo non potrà disporre di quattro giocatori, gli infortunati Alessandro Furlan, Lorenzo Ferraglia, Davide Bosio e Mauro Scaglione.
 
 Gli avversari 
L'Associazione Calcio Este è stata fondata nel 1920. La società patavina ha conquistato la promozione in Promozione nel 1999, per poi salire in Eccellenza nel 2002.
Il passaggio in serie D è datato 2005 e, da allora, complice un ripescaggio, il sodalizio veneto milita ininterrottamente nel torneo di Quarta Serie.
Gli elementi di spicco dell'organico patavino, affidato da quest'anno a Nicola Zanini, nelle ultime stagioni alla guida del Vicenza, sono l'esperto portiere Alessandro Lorello, alla nona stagione in serie D (quarta con l'Este, in precedenza con Palazzolo, Alghero e Giorgione) e già in C2 con Varese, Valenzana e Matera, il centrocampista Stefano Pozza (tra i "pro" con Giacomense e Cavese e in D con Chioggia, Marano, Altovicentino e Arzignanochiampo), il trequartista Pietro De Giorgio, classe '83, che vanta una sontuosa carriera tra i professionisti che l'ha portato a calcare i campi della serie B per ben nove stagioni con le maglie di Napoli, Empoli, Crotone e Latina per un totale di 221 presenze e 16 reti.
 
Nel suo personale curriculum anche due anni in C2 con San Marino e Melfi e sei in C1 con Frosinone, Giulianova, Cavese, Perugia e Vicenza con cui, nella scorsa stagione, ha totalizzato 35 presenze e realizzato 7 marcature.
I terminali offensivi sono Massimiliano Giusti, autore già di 10 reti, ex Thermal Ceccato, San Paolo Padova, Abano Calcio, Vicenza Hamrun Spartans (serie A maltese), Gabriel Debeljuh, cresciuto nel settore giovanile del Torino ed ex Piacenza e Mantova e Sergio Cruz Pereira, già tra i pro con Rieti, Campobasso, Catanzaro, Hinterreggio, Melfi, Ischia Isolaverde, Luemzzane e Fidelis Andria, a segno 9 volte in stagione.
Domani la formazione patavina dovrà fare a meno del difensore (trentino di nascita) Matteo Gilli, squalificato per un turno.
L'Este disputa le gare interne al "Nuovo Stadio Comunale". I colori sociali sono il giallo e il rosso.
 
 Gli ex della partita 
L'unico ex della sfida non sarà in campo ma sugli spalti, visto che il direttore sportivo veneto Gabriele Maule vanta trascorsi dirigenziali in gialloblù, avendo ricoperto il ruolo di responsabile del settore giovanile dieci anni or sono.
 
 I precedenti 
Quello di domenica sarà il quarto incrocio tra Trento ed Este. Oltre alla sfida d'andata, le due formazioni si sono affrontate due volte in gare ufficiali.
I precedenti in questione risalgono alla stagione 2005 - 2006, quando le due formazioni furono inserite nel raggruppamento C di serie D.
All'andata i gialloblù s'imposero per 1 a 0 grazie al gol di Nicolini e al ritorno replicarono, vincendo per 4 a 2 con marcature messe a segno da Nicolini (2), Pape Senè e Turri, con Zoncapè e Agostini in rete per i veneti.
 
 Così all'andata 
La sfida disputata lo scorso allo stadio Briamasco lo scorso 21 ottobre 2018 si concluse in parità.
 
 Partite e arbitri della ventitreesima giornata (ore 14.30) 
Adriese - Campodarsego (Scatena di Avezzano)
Arzignano Valchiampo - San Giorgio (Tesi di Lucca)
Chions - Cartigliano (Arcidiacono di Acireale)
Clodiense Chioggia - Montebelluna (Bozzetto di Bergamo)
Delta Porto Tolle - Cjarlins Muzane (Diop di Treviglio)
Este - Trento (Longo di Cuneo)
Levico Terme - Tamai (rinviata a mercoledì 20 febbraio)
Union Feltre - Belluno (Iacobellis di Pisa)
Virtus Bolzano - Sandonà (Bertuzzi di Piacenza)
 
 La classifica del girone C 
Adriese e Arzignano Valchiampo 42 punti; Campodarsego 40; Union Feltre 38; Delta Porto Tolle* 35; Virtus  Bolzano 34; Chions* ed Este 30; Montebelluna e Cjarlins Muzane 28; Cartigliano 26; San Giorgio e Belluno* 25; Levico Terme e Sandonà 23; Clodiense Chioggia 19; Trento* e Tamai 16.
*: una partita in meno.
 
 I CONVOCATI 
PORTIERI: Barosi (00); Guadagnin (99).
DIFENSORI: Badjan (99); Baronio (99); Carella (98); Mureno (92); Panariello (88); Romagna (99); Sabato (82); Zucchini (95).
CENTROCAMPISTI: Bertaso (98); Frulla (92); Paoli (97); Santuari (01); Trevisan (00).
ATTACCANTI: Bonazzi (00); Cristofoli (83); Islami (00); Petrilli (87); Roveretto (87).

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone