Home | Sport | Ciclismo & Bike | La tappa di giovedì 23 maggio del 102esimo Giro d’Italia

La tappa di giovedì 23 maggio del 102esimo Giro d’Italia

Tappa 12: da Cuneo a Pinerolo, lunga 158 km con un dislivello di 1.650 metri


Foto Credit: LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Alpozzi.
 
Tappa mossa, ma complessivamente abbastanza dura.
Dopo un avvicinamento di circa 90 km che porta ad un primo passaggio in città e conseguentemente a un primo passaggio del Muro di via Principi di Acaja, la corsa dovrà affrontare la salita di Montoso, il primo GPM di 1a categoria del Giro 2019.
Si tratta di una salita inedita di 8,9 km al 9.4% (con oltre 6 km sopra il 10% e punte massime del 14%).
Da lì discesa veloce e ultimi 16 km fino a Pinerolo.
 

 
Ultimi km
Ai 2.500 m dall’arrivo si svolta a sinistra (curva stretta a chiudere) e si sale per via Principi d’Acaja (450 metri al 14% con punte del 20%, su pavé e carreggiata stretta).
Segue una discesa ripida e molto impegnativa fino all’abitato di Pinerolo.
Ultimi 1.500 metri piatti con alcune curve e un breve tratto in lastricato.
L’arrivo è posto al termine di un rettilineo largo 8 m e lungo 350 metri su fondo asfaltato.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone