Home | Sport | Ciclismo | Maxxis Bike Transalp 2022: dal 3 al 9 luglio a Lavarone

Maxxis Bike Transalp 2022: dal 3 al 9 luglio a Lavarone

In 7 giorni faranno 566 chilometri con un dislivello di 18.400 metri sull'Alpe Cimbra

image

>
Si svolgerà nuovamente dal 3 al 9 luglio 2022 la MAXXIS BIKE Transalp.
Più di 700 mountain biker si uniranno nell'avventura di attraversare le Alpi.
Un’impresa: 566 chilometri e 18.400 metri di dislivello in sette giorni.
Una gara che non riguarda solo prestazioni fisiche al top, ma si tratta anche di massime diversità di esperienze in alta montagna.
Oltre a un gran numero di ambiziosi bikers per hobby, ci sono anche molti professionisti che mirano al titolo.
 
I partecipanti, che dovranno sostenere in tutto 7 tappe e complessivamente 567 km e 18.387 m di dislivello; dal 2019 possono gareggiare anche individualmente e non solo in coppia usufruendo degli stessi servizi.
La 24esima BIKE Transalp è completamente nuova, soprattutto nel suo mix, completamente diversa dalle 23 precedenti.
Per la prima volta la Transalp parte dal Tirolo orientale (Lienz, Austria) e vi rimane per un giorno intero tra Lienz e Sillian.
 
Brunico è una nuovissima località di tappa in Val Pusteria che offre la possibilità di incorporare il Plan de Corones.
La combinazione con la vicina San Vigilio, una delle città di tappa più frequenti nella storia della Transalp.
Caldaro e San Martino di Castrozza sono stati spesso località di tappa, come l’Alpe Cimbra.
Il risultato è un percorso che non ha eguali nella storia della Transalp.
Dopo Lavarone i biker giungeranno a Riva del Garda, tradizionale arrivo della Bike Transalp.
 

 
La tappa 8-9 luglio riguarda bella traversata del Trentino su sentieri nascosti e poco conosciuti con arrivo a Lavarone in località Gionghi.
Da San martino di Castrozza a Castello Tesino, km di salite e discese su sentieri molto diversi fino a raggiungere finalmente il fondovalle.
Una volta raggiunto è il momento di andare avanti e il percorso conduce lungo la pista ciclabile nella Valsugana.
 
Poi la famosa salita del Menador, la tremenda Kaiserjägerstrasse, antica strada militare che proprio quest’anno ha visto il passaggio del Giro d’Italia con arrivo di Tappa il 25 maggio sempre a Lavarone, si snoda sull'Alpe Cimbra Folgaria, Lavarone, Lusérn e Vigolana con vista sublime sui due laghi, Lago di Caldonazzo e Lago di Levico.
Il percorso Transalp si dirama qui nella foresta lungo un divertente trail lungo 7 km di mountain bike, che termina sul percorso freeride del Lavarone Bike Park e giunge alla fine, a Lavarone Gionghi.
 
Tappa 9 luglio. Da Lavarone si riparte rimanendo per un po’ sull’Alpe Cimbra.
100 anni fa, la prima guerra mondiale: alcune fortezze, costruite in punti strategici, testimoniano ancora questa parte della Storia e da qui si può ancora godere di paesaggi dolci e intensi.
L'ultima tappa passa per due di queste fortezze. Segue i percorsi della classica maratona chiamata «100KM dei Forti».
Da Carbonare a Serrada, l'itinerario guadagna 1.000 metri di dislivello su questi sentieri militari, uno sforzo che viene ricompensato da detti panorami.
 

 
Poi arriva la discesa da Serrada verso la Valle dell'Adige. Si tratta di una ripida discesa di 1000 metri su sentieri, sentieri forestali, carrarecce e un po' sulla strada. Un giro tanto caldo quanto eccitante, attraverso foreste incantate dove non ci si aspetterebbe di trovare dei sentieri. Una discesa che richiede sensibilità quando diventa ripida, ma tutto sommato molto spassosa.
 
Per rilassarsi, ci sono poi alcuni chilometri sulla pista ciclabile fino a Rovereto, dove inizia la salita su piccole strade fino alla cima del passo del Monte Faé.
Da Nomesino, il percorso attraversa la Val di Gresta e conduce a Maso Naranch, ultimo punto culminante di questa Transalp e conduce oltre 200 metri in discesa verso Nago.
Più tardi, un ripido sentiero d'asfalto porta giù a Nago, Arco, fino a Riva del Garda.
 
L’Alpe Cimbra diventa sempre più teatro di grandi manifestazioni sportive legate al mondo delle due ruote.
A maggio l’arrivo di Tappa a Lavarone, a giugno un’edizione strepitosa della 100 km dei Forti con oltre 1.000 partecipanti, ora la Transalp tutti eventi che testimoniano la grande vocazione del nostro territorio e del Trentino per la bike e soprattutto la tecnicità dei percorsi di cui disponiamo sia per la mtb sia per la bici su strada afferma Gianluca Gatti Presidente Apt alpe Cimbra.
 
Tutte le informazioni sulla gara e la descrizione dettagliata del percorso incluse.
I profili di elevazione sono disponibili su https://bike-transalp.de/.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande