Home | Sport | Ciclismo | Sabato 30 luglio scocca l’ora di Valsugana Wild Ride

Sabato 30 luglio scocca l’ora di Valsugana Wild Ride

Sui 62,3 Km e 2.950 metri di dislivello del tracciato Marathon, per gran parte inedito, ci sarà battaglia tra i tanti nomi che potrebbero giocarsi la vittoria finale

image

>
L’attesa è finita: l’ora di Valsugana Wild Ride è arrivata. L’evento marathon sui territori della Valsugana, erede della 3T Bike, è pronto a regalare grandi emozioni, con una gara che domani, sabato 30 Luglio 2022 (partenza alla 8:30 da Piazza Maggiore a Telve), si annuncia apertissima sia in campo maschile che femminile.
Il nuovo evento disegnato dal GS Lagorai Bike sarà una vetrina per tutto il territorio, soprattutto per i comuni di Telve, Telve di Sopra, Torcegno e Carzano che hanno sempre creduto nel progetto e puntano sulla bici come veicolo per la promozione turistica dell’area. Inserita come quarta tappa nel calendario del Circuito Trentino MTB, Valsugana Wild Ride offrirà ai partecipanti due diversi percorsi (Marathon da 62,3 Km e 2.950 m di dislivello e Classic da 31,8 Km e 1.280m di dislivello) che rappresentano la perfetta sintesi tra l’anima più competitiva e l’obiettivo di mettere in luce le bellezze naturali del territorio.
 
La principale novità rispetto alle edizioni passate è rappresentata proprio dal percorso, in gran parte rivisto dagli organizzatori. Due lunghe salite verso Coston di Ciste e Forcella Mendana faranno selezione e metteranno fatica nelle gambe degli atleti ma è la discesa finale, dopo l’ascesa verso Musiera, che potrebbe risultare decisiva: una picchiata tra le frazioni di Parise e Telve di Sopra prima dello strappo finale della Salita delle Fontane, dove servirà dimostrare di avere tecnica e lucidità nell’affrontare il tracciato.
Giunti alla quarta tappa del Circuito Trentino MTB, l’assenza del leader della generale Kevin Fantinato apre scenari interessanti per chi è ancora in corsa per il successo finale.
Andrea Righettini (Olympia Factory Team) proverà ad andare all’attacco, ma certamente non sarà da meno Gabriele Depaul (Team Todesco), secondo della generale. Chi potrebbe scombinare le carte è il Bottecchia Factory Team, che schiera al via Franz Hofer e il colombiano Juan Daniel Alarcon Ambrosio, mentre proverà a dire la sua per la vittoria di Valsugana Wild Ride anche Marco Rebagliati del Team Wilier 7C Force.
 
Situazione apertissima anche tra le donne dove battaglieranno Vittoria Pietrovito (Omap Cicli Andreis) e Lorena Zocca (SC Barbieri), che guidano la classifica del Circuito Trentino MTB. Sul percorso Classic c’è invece grande attesa per la prova di Mariia Sukhopalova, la talentuosa ucraina che rientrerà in gara proprio in Valsugana.
Il weekend di Valsugana Wild Ride sarà impreziosito anche da due eventi collaterali pensati per vivere un’esperienza a 360 gradi. Lungo i percorsi e i sentieri dell’area sarà possibile pedalare senza l’assillo di classifiche o di traguardi da raggiungere grazie alla «Fun&Ride», una pedalata non competitiva aperta a tutti. Domenica 31 luglio, invece, spazio ai più piccoli con la Mini Valsugana Wild Ride dedicata alle categorie giovanissimi uomini e donne.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande