Home | Sport | Sport in Trentino | Il «Cross della Vallagarina» deve arrendersi al Covid

Il «Cross della Vallagarina» deve arrendersi al Covid

Non è praticabile l’ipotesi di seguire la via dei due più importanti cross italiani

Il «Cross Internazionale della Vallagarina» si arrende al Covid. La sofferta decisione è stata presa in videoconferenza dal consiglio direttivo dell’U.S. Quercia Trentingrana dopo aver esaminato a fondo tutti i problemi legati all’organizzazione dell’evento.
L’edizione 2021 (la numero 44) collocata nel calendario internazionale alla data di domenica 8 febbraio era stata spostata a domenica 28 febbraio, nella speranza di un miglioramento della situazione della pandemia.
Non è stata ritenuta praticabile l’ipotesi di seguire la strada ipotizzata dai due più importanti cross italiani, Campaccio e Cinque Mulini, che probabilmente saranno disputati solo per quanto riguarda le gare internazionali, cancellando dal programma le gare giovanili e quelle degli amatori-master.
Verrebbe meno la caratteristica di un evento che deve essere una festa della corsa per tutti, per di più senza la presenza del pubblico e con tutti gli oneri e le responsabilità connesse ai controlli anti Covid, in particolare per gli atleti stranieri.
Sulla decisione di cancellare l’edizione 2021 del «Cross della Vallagarina» ha pesato anche l’incertezza relativa al finanziamento da parte di enti pubblici e privati.
 
Negli ultimi anni il budget della manifestazione si è progressivamente ridotto di molto a fronte del pesante calo degli sponsor privati ed anche degli enti e quindi è diventato sempre più difficile poter far fronte agli impegni richiesti dall’EA (Fede razione Europea di Atletica), nel cui circuito il Cross della Vallagarina è inserito ormai da 25 anni.
Spiace molto dover rinunciare ad una manifestazione che nella sua storia ha portato sul circuito di Villa Lagarina grandi campioni dell’atletica italiana e mondiale e che per ben due volte è stata onorata anche dall’assegnazione dei Campionati Italiani. Fra l’altro era prevista anche quest’anno la trasmissione televisiva sulle reti Rai.
Altro elemento di valutazione è stato il fatto che alla Quercia è stata assegnata l’organizzazione dei Campionati Italiani Assoluti su pista a fine giugno, un impegno pesante che si aggiunge a quello del Palio della Quercia del 31 agosto.
Quindi una somma di impegni molto onerosi per l’organizzazione della Quercia, impostata sul volontariato.
Comunque il «Cross della Vallagarina» non morirà: tornerà il prossimo anno, contando anche sul sostegno della nuova amministrazione comunale, assicurato dalla sindaca Julka Giordani e dall’assessore allo sport Luca Laffi.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni