Home | Sport | Sport in Trentino | Footgolf: Roberto Carbone si aggiudica la Trentino Cup 2018

Footgolf: Roberto Carbone si aggiudica la Trentino Cup 2018

Il presidente dell’associazione Footgolf Trentino Alto Adige trionfa dopo 18 buche con uno «score» di 12 sotto il Par, segnando il record del campo

image

>
Si conclude con una vittoria del padrone di casa Roberto Carbone l’edizione 2018 della Trentino Cup di Footgolf.
Il presidente dell’associazione Footgolf Trentino Alto Adige (organizzatrice dell’evento) si conferma così tra i maggiori interpreti della disciplina a livello italiano, trionfando dopo 18 buche con uno «score» di -12 dal Par, facendo segnare il record del campo.
Più distaccati gli altri atleti con Enrico Guido del Footgolf Vicenza che si è aggiudicato la seconda posizione con un risultato di -8.
La terza e la quarta piazza, ancora con il risultato di -8 dal Par, sono state appannaggio rispettivamente di Matteo Gheda e Cristiano Tomasi.
 
La gara a squadra è stata invece vinta dal Footgolf di Vicenza, mentre tra gli atleti di casa ottima prestazione anche di Roberto Plotegher che nonostante fosse ai suoi primi passi è riuscito ad andare sotto il par (-3 il punteggio finale) ed aggiudicarsi il titolo di miglior principiante della Trentino Cup.
In campo femminile buon secondo posto per la rendenese Martina Brunello, seconda classificata.
Non può che essere soddisfatto il nuovo campione dell’Open Roberto Carbone.
«È stata una bellissima gara, in una location così prestigiosa avevo il dovere di puntare alla vittoria.»
Non solo trionfo nella manifestazione però, ma anche record del percorso.
«Il -12 dal Par è frutto di una giornata veramente positiva – continua Carbone – ma questo è stato possibile soltanto grazie alle perfette condizioni del campo.»
 

 
L’unico rammarico consiste nella mancata affermazione nella gara a squadre.
«Purtroppo il movimento in Trentino non conta ancora di molti atleti, il gruppo di Footgolf proveniente da Vicenza era più nutrito ed ha avuto la meglio.
«È importate crescere anche come società sportiva e per questo siamo sempre alla ricerca di nuovi adepti della disciplina, considerando anche che abbiamo la possibilità di ospitare chi voglia provare nel nostro campo di allenamento di Pergine Valsugana.»
 
Una manifestazione che ha promosso il territorio in maniera importante, i prodotti tipici del Maso dello Speck e le bollicine di Cavit, nonché il comprensorio della Folgaria con Ski Pass giornalieri come premi ai vincitori.
A fine giornata Fabrizio Summa (vicepresidente dell’associazione Footgolf Trentino Alto Adige) si complimenta con i suoi ragazzi per l’eccellente organizzazione.
«Oggi è stato tutto perfetto. Il campo era un biliardo, il tempo è stato dalla nostra e ne è venuta fuori una gara veramente emozionante. Gli oltre 40 atleti iscritti sono rimasti soddisfatti, questo ci da molta carica per continuare a migliorarci.
«Ora l’appuntamento è per l’evento di chiusura della stagione per il Trentino con la gara del 22 settembre in Tesino.»
 
A favorire gli ottimi risultati degli atleti trentini sul perfetto campo di Folgaria ci ha pensato la mental coach Iwona Popczak, punto di riferimento per i footgolfisti nel tenere alta la concentrazione nella gara.
«Lavoro da tanti anni come life e sport mental coach. Mi sono lanciata nello sport con la squadra di calcio a 5 del Bubi Merano in Serie A2 di futsal.
«Gli allenatori hanno paura che il mental coach possa togliere spazio al loro spazio di manovra, ma in realtà noi cerchiamo di diventare loro fidati collaboratori. Nel Footgolf la concentrazione è un elemento fondamentale.
«Come associazione di Footgolf proponiamo anche corsi di team building aziendale grazie a questo splendido sport.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone