Home | Sport | Sport in Trentino | Arriva il 32° Torneo Internazionale «Città della Pace»

Arriva il 32° Torneo Internazionale «Città della Pace»

Importanti conferme e grandi novità: arriva il Senegal, presenti Giappone e Kuwait. E nasce l’app del Torneo

Manca sempre meno all’arrivo del Torneo Internazionale «Città della Pace», evento primaverile tanto atteso a Rovereto, nel weekend di Pasqua.
Il 19, 20 e 21 aprile 2019 l’evento raggiungerà la sua trentaduesima edizione, portando come ogni anno novità e conferme.
 
 Il Torneo in numeri 
12 nazioni: Albania, Austria, Bosnia Erzegovina, Germania, Giappone, Kuwait, Polonia, Repubblica Ceca, Senegal, Serbia, Spagna e ovviamente Italia.
Come ogni anno, tornano i fedeli partecipanti lontani, ovvero le squadre del Giappone e del Kuwait.
Mentre esordisce l’Africa, con il Senegal, dopo il forfait dell’ultimo minuto nella scorsa edizione del torneo: con la squadra senegalese, si completa finalmente il mosaico dei continenti ad aver partecipato al Torneo in 32 anni.
Cento le squadre e 2.000 i giovani atleti provenienti da tutto il mondo. 5 le categorie di calcio presenti nel torneo: Pulcini Under 11, Esordienti Under 13, Giovanissimi Under 15, Allievi Under 17, Women (Open Age).
7 i siti gara: Stadio Quercia, Baratieri, Lizzana, Marco, Mori, Besenello, Fucine. 25 i volontari dello staff e 110 gli studenti volontari dello Junior Team, che per il settimo anno colorerà il Torneo.
 
Come ogni anno, centinaia le richieste dei giovani roveretani per ambire a un posto nel tanto desiderato progetto di volontariato, ormai diventato il cuore del Torneo.
Tre le posizioni che si possono ricoprire: accompagnamento delle squadre, logistica e comunicazione.
Per essere selezionati dal Comitato Organizzatore e indossare la felpa dello Junior Team (che quest’anno sarà gialla), i ragazzi hanno dovuto compilare una domanda di iscrizione che ha messo in luce le loro motivazioni e i loro punti di forza.
Inoltre, un’altra conferma, dopo l’eccezionale successo delle prime due edizioni, è il progetto Junior Team International: 10 volontari italiani, oltre a dare il proprio contributo durante il Torneo, potranno partecipare ad uno scambio internazionale unico nel suo genere.
 
Ospiteranno 10 giovani della cittadina spagnola di Castellbell i el Vilar per una settimana nel periodo del Torneo e a loro volta verranno ospitati quest’estate in Spagna, dove faranno da volontari durante la Festa Major.
Tra le novità più interessanti c’è la TDP App, l’applicazione mobile ufficiale del Torneo.
In collaborazione con Moschini Advcom, il Comitato Organizzatore ha voluto innovare ancora una volta scegliendo di investire su questo strumento.
L’applicazione (scaricabile da oggi su iOs e Android) sarà innanzitutto un aiuto prezioso per le squadre che arrivano a Rovereto e per tutti gli appassionati: permetterà loro di semplificare gli spostamenti sui campi, di restare informati sulle novità dell’evento e di seguire in tempo reale i risultati di tutte le partite, ma anche di visitare i luoghi di interesse della zona durante i momenti di tranquillità.
 
Una bella opportunità anche per gli sponsor, che avranno una sezione dedicata che permetterà ad ogni utente di raggiungere facilmente il loro sito web.
La TDP App sarà infine anche uno strumento prezioso per tutto lo staff e lo Junior Team, con un’area riservata che renderà semplice ed immediato avere informazioni pratiche sull’evento o sulle squadre e i loro accompagnatori.
Un’altra novità importante che porterà colore e divertimento a Rovereto durante il weekend di Pasqua è la simpatica mascotte TweeDP, un enorme pulcino giallo pieno di vita ed entusiasmo, pronto ad animare i giorni del torneo e a intrattenere i vari ospiti insieme ad alcuni volontari che si occuperanno dell’animazione.
 
«Un evento unico», – ha dichiarato il Presidente del Torneo Internazionale Città della Pace Cristian Sala. – 32 anni di splendidi fotogrammi raffiguranti giovani che fanno sport, che si incontrano, si conoscono.
«Nelle foto, alle loro spalle, immagini sfuocate di una città che cambia. Migliaia di atleti provenienti da tutte le parti del Mondo hanno fatto la storia di questo evento, migliaia di adulti portano ora nel cuore la Campana dei Caduti, la sfilata colorata per le vie del centro, le partite ed i fuochi di artificio allo Stadio Quercia.
«Lo sport agonistico è fatica, allenamento, grandi soddisfazioni e qualche cocente delusione. Il Torneo della Pace vuole essere tutto questo: event, experience, emotions!»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone