Home | Sport | Sport in Trentino | Orienteering: la Val Canali saluta i successi finali

Orienteering: la Val Canali saluta i successi finali

Lo svedese Olle Boestrom e la connazionale Synnove Braten vincono la classifica generale della 3 Giorni delle Dolomiti che si è conclusa ieri


I podi Elite, maschili e femminili, premiati dalle autorità intervenute in Val Canali per la fine dell'evento.
 
Lo svedese Olle Boestrom (IL Tyrving 3h:05’:24”) e la connazionale Synnove Braten (Lidingo 2h:51’:40”) vincono la classifica generale della 3 Giorni delle Dolomiti che si è chiusa ieri in Val Canali.
La sfida più interessante era tra le donne, dove la campionessa del mondo, la russa Natalia Gemperle, non riesce nell’impresa di rimontare per il successo finale e si accontenta della vittoria di tappa con il tempo di 37’:56” rifilando 1’:34” alla stessa Braten.
Tra i maschi invece successo di peso per il ceco Jan Prochazka (41’:29”) che ha preceduto il connazionale Jakub Glonek (OK Kamenice). Pochazka, con la vittoria odierna si conferma così al secondo posto della generale a 4’:06” da Bostrom che non ha vissuto una giornata felice con un 6° posto di tappa.

 I PROTAGONISTI 
Olle Boestrom.
«È stata una grande settimana e un successo di questo calibro impreziosisce una stagione già positiva.
«In Val Canali ho sofferto parecchio, ma fortunatamente avevo un buon margine di vantaggio per la generale.
«In Trentino abbiamo trovato ospitalità, competenza tecnica ed una grande organizzazione.»
 
Synnove Braten.
«Ho resistito all’assalto di una campionessa come Natalia Gemperle, anche se probabilmente lei pensava più ad altri obiettivi.
«Personalmente credo di aver posto le basi del mio successo alla prima frazione poi sono andata in calando e oggi è stata veramente dura. Una cosa la posso però dire.
«Tornerò ancora alla Primiero Week.»
 
Natalia Gemperle.
«Una gara per me non perfetta, che si è sviluppata in un bosco stupendo. Ora continuo il mio avvicinamento ai Mondiali con un nuovo stage in Engadina.»

 L’EVENTO 
Si è chiusa così una grande prova a tappe che ha visto 5 competizioni in 5 giorni: San Martino di Castrozza, Val Venegia, 2 al Valles Laresei e Val Canali. 24 le nazioni rappresentate con 5.500 concorrenti che hanno preso il via complessivamente.
Ottima anche la sinergia con il Comune di Falcade che nei giorni scorsi è stato rappresentato dal sindaco Michele Costa pure lui in gara.
 
 US PRIMIERO 
È intervenuto oggi anche il Presidente  Luigi Zanetel che con Andrea Gobber ha stilato un primo bilancio dell’evento.
«La Primier-O Week ha fornito numeri importanti, confermando la solidità del gruppo. Abbiamo potuto contare su tutte le sezioni dell’Associazione che si sono unite per fronteggiare tutte le situazioni tecniche e logistiche.
«La settimana è stata inoltre l’occasione per vedere impegnati i nostri giovani che si sono cimentati nelle gare. Gli altri invece sono stati arruolati come volontari.»
 
 93 ANNI 
«Il concorrente più anziano in gara, lo svizzero Adolf Kempf classe 1926, ha disputato tutte le tappe ed è stato applaudito al pari dei vincitori.»
Erano presenti il Presidente del Comitato FISO Trento, Lino Orler, il Commissario FISO Veneto, Mauro Tona e il Commissario Straordinario FISO, Sergio Anesi.
«Complimenti agli organizzatori – le parole di Anesi – che hanno dato vita ad un evento di altissimo livello degno delle prove di Coppa del Mondo.»
 
Alle premiazioni, che si sono tenute presso la sede del Parco, è intervenuto anche il Presidente dell’APT di San Martino di Castrozza Primiero Vanoi, Antonio Stompanato, l’assessore allo sport di Primiero, Giacobbe Zortea.
L’appuntamento è ora tra 2 anni quando la manifestazione tornerà con l’edizione 2021.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone