Home | Sport | Sport in Trentino | Si corre per 25 chilometri con un dislivello di 2.000 metri

Si corre per 25 chilometri con un dislivello di 2.000 metri

Anche il recordman Manuel Degasperi in gara domenica 11 l'atteso Monte Gazza Wild Running


Foto dello scorso anno.
 
Si è iscritto anche un recordman alla seconda edizione del Monte Gazza Wild Running, in programma domenica 11 agosto in Valle dei Laghi.
Alla segreteria del Gs Fraveggio è infatti arrivata l’adesione del 38enne di Sardagna Manuel Degasperi, che nell’aprile scorso ha centrato il Guiness World Record, correndo in salita per 24 ore e percorrendo complessivamente 20865 metri.
Il forte atleta trentino sarà dunque fra i protagonisti della competizione ed andrà alla ricerca di un nuovo primato, cercando di abbassare il tempo che lo scorso anno fece registrare Enzo Romeri, che impiegò 2 ore e 24 minuti a concludere i 25 chilometri, con un dislivello positivo di 2.000 metri.
 
Non sarà comunque facile anche perché dovrà ben guardarsi da Enrico Cozzini, secondo nella edizione lunga del 2018, da Luca Miori del team Hoka One One, nonché Francesco Lorenzi, recente argento ai campionati italiani trail marathon 2019.
In campo femminile il record da ritoccare è quello di Victoria Piejak, che dodici mesi fa impiegò 3 ore 4 minuti e 40 secondi per concludere la propria fatica.
Domenica ci proveranno Elena Sassudelli dell’Atletica Trento, Giulia Orlandi del Comano Mountain Runner (seconda alla Vigolana skyrace), quindi sulle due atlete di casa Lorenza Beatrici e Maddalena Sartori.
 
La gara prenderà il via alle 8.30 da Fraveggio, luogo dove è previsto pure l’arrivo dopo aver affrontato e domato le verticalità e le discese del Monte Gazza, montagna balcone sul Basso Trentino dal Garda alle Dolomiti, sbirciando pure sui Lagorai.
La partenza è prevista a quota 427 metri, seguita subito dalla salita verso Lon, percorrendo la strada forestale che taglia le pendici del Monte Gazza fino a giungere, dopo un tratto a ghiaioni, ai 1.944 metri di passo San Giacomo, il punto più alto della competizione.
Seguirà la discesa verso Bocca di San Giovanni (1.572 metri), quindi un altro tratto di impegnativa salita verso Monte Ranzo a quota 1.836 metri, giro di boa ai 12 km, da dove inizierà la lunga discesa che porterà al traguardo.
 
La novità di quest’anno proposta dal Gruppo sportivo Fraveggio capitanato da Mauro Bressan riguarda la competizione short, di 14 chilometri e con un dislivello positivo di 800 metri.
Start previsto alle ore 9,30 da Margone (941 metri), affrontando il sentiero di S. Antonin fino al Monte Ranzo (1.700 metri), dopo 3,5 km di gara.
Discesa fino a Margone, leggero tratto di falsopiano e ultima calata verso il traguardo di Fraveggio.
Le iscrizioni sono giunte a quota 150 partecipanti, ma sarà possibile indossare il pettorale compilando il form sul sito di riferimento mgwr.gsfraveggio.it o direttamente in zona partenza fino a mezzora prima del via.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone