Home | Sport | Sport in Trentino | Gara per supereroi, aperitivi coi cervi, trekking con gli husky

Gara per supereroi, aperitivi coi cervi, trekking con gli husky

L'autunno in Alta Valle Camonica e Alta Val di Sole è ricco di emozioni

image

>
Una gara di corsa a piedi di 170 chilometri in autosufficienza, con oltre 11.500 metri di dislivello da concludere entro 53 ore.
Bastano questi tre numeri per far tremare i polsi a tutti, tranne forse a chi prenderà parte alla sesta edizione dell'Adamello Ultra-Trail «Sui camminamenti della Grande Guerra», in programma dal 20 al 22 settembre nel comprensorio Pontedilegno-Tonale, con partenza e arrivo a Vezza D'Oglio.
Gli atleti si troveranno ad affrontare lunghi tratti di percorso da soli, accompagnati solo dal rumore dei propri passi e dal ritmo del proprio respiro, per un’avventura che non si ferma mai, né di giorno né di notte, fino all’arrivo dell’ultimo concorrente.
Una manifestazione sportiva unica nel suo genere, che è anche un grande progetto che mira ad unire lo sport e la competizione alla promozione del territorio.
 

 
L’itinerario infatti si svolge interamente su mulattiere e sentieri militari, attraversando zone ricche di manufatti bellici ancora intatti, che come profonde cicatrici segnano ancora il territorio a cavallo tra Alta Valle Camonica e dell’Alta Val di Sole, dentro due parchi nazionali (Stelvio e Adamello).
Teatro di grandi battaglie, queste montagne rappresentano la testimonianza di un passato da non dimenticare.
I pesanti scarponi di cuoio lasciano ora il posto a leggere scarpette da corsa per permettere ad altri giovani di cimentarsi in una grande sfida con sé stessi, confrontandosi con i propri limiti e la propria resistenza.
La regina da 170Km verrà affiancata da due altre competizioni. Obiettivo: coinvolgere più tipologie di appassionati e portare sempre più runner sui camminamenti della Guerra.
 

 
Una corsa da 90 km, per un dislivello di 5.900 metri e, domenica 22, la 30 Trail da 30km, organizzata in collaborazione con Rosa Running Team, con un tracciato all’interno dei boschi, e la Slow Trail da 20 km, una camminata ludico-motoria della Fiasp, inserita nel calendario del Festival del cammino 2019.
Ma l'Adamello Ultra Trail è solo la punta di diamante di un panorama di proposte originali ed entusiasmanti, in un periodo dell'anno nel quale le montagne tra l'alta Valle Camonica e l'alta Val di Sole si lasciano alle spalle l'estate ma sono ancora lontani i freddi mesi invernali.
Una stagione fatta di forti emozioni a contatto con la natura, quando nei boschi i larici e i ciliegi selvatici si colorano di caldi colori e i bramiti dei cervi risuonano nei boschi.
A Vezza d'Oglio ad esempio, una delle mete privilegiate per un’esperienza sensoriale nella natura è la Val Grande: con un po’ di fortuna si possono avvistare i cervi in amore.
 

 
La Casa del parco dell’Adamello vi organizza ogni sabato e domenica, dal 22 settembre al 20 ottobre, escursioni con partenza alle 8 e rientro alle 17.30.
Altra proposta originale per vivere la natura è quella dell’Apericervo, in programma sabato 28 settembre, sabato 5 ottobre e sabato 12 ottobre.
È l’area faunistica di Pezzo, poco sopra l’abitato di Ponte di Legno, ad ospitare questa curiosa attività che consiste in una visita guidata per osservare da vicino gli stambecchi.
I più piccoli inoltre verranno coinvolti in un simpatico laboratorio, mentre sarà possibile ascoltare i bramiti dei cervi che popolano tutta la zona boschiva.
 

 
Il ritrovo è fissato per le 15 e l’attività si concluderà con un aperitivo all’interno dell’area faunistica alle ore 17.
Entrambe queste attività vanno prenotate entro le ore 18 del giorno precedente contattando la Casa del Parco allo 0364/76165 oppure via mail all’indirizzo alternativaambiente@gmail.com
Per gli amanti dei cani, c'è un'altra proposta che senz'altro li appassionerà: l'huskytrekking, con i meravigliosi cani della Scuola di sleddog che ha sede al Passo Tonale.
La Scuola offre la possibilità di effettuare svariate escursioni a piedi, immersi nella natura, in compagnia degli Husky Alaskani che vengono imbragati e legati a noi, in uno scambio di piaceri: quello che per i cani è divertimento, per noi si traduce in un aiuto durante la passeggiata.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone