Home | Sport | Sport invernali | Dominik Paris è campione del Mondo nel SuperG

Dominik Paris è campione del Mondo nel SuperG

Ad Are, in Svezia, Dominik ha vinto in davanti all’austriaco Vincent Kriechmayr e al francese Joahn Clarey, secondi a pari merito

image

>
Un urlo d’oro avvolto dal tricolore. Braccia al cielo, Are si colora di verde, bianco e rosso, che la festa abbia inizio.
Dominik Paris - dopo l'argento di ieri firmato Sofia Goggia - ha fatto valere la sua legge, trionfando nel SuperG Mondiale e regalando agli azzurri un successo iridato che mancava dal 2011, quando era stato Christof Innerhofer - oggi ai piedi del podio - a conquistare la vittoria a Garmisch, nella stessa specialità.
«Re» Dominik si è messo la corona più importante, quella che impreziosisce la sua collezione speciale, la perla da incastonare in un mosaico disseminato di successi e medaglie da uomo-jet.
Nel 2013 aveva centrato l’argento iridato in discesa a Schladming, oggi è andato ancora più in alto, lì, dove c’è spazio solo per i Miti.
 
In una stagione che l’ha visto trionfare due volte a Bormio e poi sulla mitica Streif di Kitzbuhel, arrivando a toccare quota 28 podi in carriera, era questo il modo più bello per mettere un bel punto esclamativo, laccandolo d’oro.
Il pendio di Are, insidioso e pieno di trappole, con una visibilità in alcuni tratti beffarda, non ha scalfito i suoi propositi: è sceso giù veloce, con coraggio, andando oltre qualche piccola smagliatura nelle traiettorie, prendendosi i rischi che l’hanno portato a vincere.
Altri eccellenti antagonisti si sono arresi, un percorso che ha mietuto vittime illustri, tra cui il campione olimpico in carica Mayer.
 
Dominik ha vinto in 1.24.20, davanti all’austriaco Vincent Kriechmayr e al francese Joahn Clarey, secondi a pari merito in 1.24.29.
Sfortunato quarto Innerhofer, sceso con un pettorale alto ma capace di far registrare un ottimo 1.24.55, a 35 centesimi da Paris, mentre Casse ha chiuso ottavo al termine di una discesa degna di menzione.
Tre italiani nei primi 8, importante dato statistico e cornice di una giornata dolcissima, che si specchia in un'impresa eccezionale.
Con Paris che stringe il tricolore sul tetto del Mondo.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone