Home | Sport | Sport su Ghiaccio | Para Ice Hockey, Mondiali di Ostrava: l'Italia fa due su due

Para Ice Hockey, Mondiali di Ostrava: l'Italia fa due su due

In Repubblica Ceca gli azzurri dopo la Svezia superano anche il Giappone restando così nella rassegna iridata Gruppo A anche nella prossima stagione

image

>
Partenza a razzo dell’Italia ai Mondiali di para ice hockey. Due partite, altrettante vittorie con nove gol fatti e uno solo incassato sul ghiaccio di Ostrava.
Dopo il 4-0 rifilato ieri alla Svezia (doppietta dell’mvp Andreoni, una rete a testa per Kalegaris e Larch), la truppa di Massimo Da Rin ha offerto una prova solida anche questa mattina contro il Giappone, sbarazzandosi della squadra asiatica con un secco 5-1.
Primo tempo subito favorevole all’Italia, che si porta sul 2-0 grazie alle reti realizzate da Florian Planker - poi eletto mvp dell’incontro - e da Andrea Macrì.
Il Giappone accorcia le distanze nel secondo parziale con Nao Kodama (2-1), ma poi capitola nel terzo periodo sotto i colpi della corazzata azzurra.
Prima Alex Enderle e poi due splendide giocate personali di Nils Larch e Sandro Kaligaris fissano il punteggio sul 5-1 finale.
 
Queste le parole dell’mvp odierno, Planker.
«Partita vinta abbastanza facilmente. Conoscevamo l’avversario perché ci avevamo giocato di recente, però anche oggi purtroppo, forse per l’orario un po’ mattiniero o per un po’ di nervosismo dei giovani al primo Mondiale, ci siamo complicati le cose.
«Alla fine però, sono stati proprio i giovani a dare il contributo importante per ottenere un risultato fondamentale come la permanenza nel Gruppo A che era il primo obiettivo personale, vista la squadra nuova, senza nulla togliere ai nuovi innesti.
«È stato un buon inizio di Mondiale, sicuramente con la Repubblica Ceca sarà molto più dura perché avranno una grossa spinta dal loro caloroso pubblico, ma ci proveremo per vincere il girone e accedere direttamente ai playoff.»
 
«Restare nel Gruppo A ed essere tra le prime 6 squadre al mondo è già un bel traguardo, soprattutto visto che la squadra era nuova al 40%, – commenta soddisfatto coach Da Rin. – C’è stato qualche momento di difficoltà, ma ci può stare.
«Sul 2-1 abbiamo capito che chi segna quel gol lì, fa girare la partita a suo favore: l’abbiamo fatto noi ed è andato tutto liscio.
«Ci sono tante piccole cose da migliorare, ma avere già in tasca questo risultato è importante per darci ancora più fiducia.»
 
Dopo una giornata di riposo, martedì sera (ore 20 in diretta streaming sulla pagina Facebook ufficiale del World Para Ice Hockey) gli azzurri sfideranno i padroni di casa della Repubblica Ceca (questa sera sul ghiaccio contro la Svezia) per il primato nel Girone B.
Dal 1° al 4 maggio si passerà alla seconda fase che assegnerà le medaglie.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni