Home | Sport | Sport su Ghiaccio | L'Italia a Salt Lake City per i mondiali su singole distanze

L'Italia a Salt Lake City per i mondiali su singole distanze

Lollobrigida e Giovannini le speranze della Mass Start ma grande attenzione anche per Ghiotto su 5.000 e 10.000 e per il Team Pursuit maschile

image

Noemi Bonazza, 21 anni - Credit: ISU.
 
Eccolo, uno degli appuntamenti più attesi dell'intera stagione di pista lunga. Sul celebre ghiaccio dello Utah Olympic Oval di Salt Lake City, negli Stati Uniti, va in scena da domani lo spettacolo dei Mondiali su Singole Distanze.
Quattro appassionanti giorni di gare che vedranno impegnata anche la Nazionale italiana del direttore tecnico Maurizio Marchetto, con il gruppo tricolore reduce dalla quinta tappa stagionale di Coppa del Mondo svoltasi a Calgary, in Canada, lo scorso week-end.
Sette gli atleti convocati per la rassegna iridata: Francesca Lollobrigida (Aeronautica Militare), Noemi Bonazza (Fiamme Oro), Davide Ghiotto (Fiamme Gialle), Francesco Betti (Fiamme Oro), Andrea Giovannini (Fiamme Gialle), Michele Malfatti (S.C. Pergine) e Nicola Tumolero (Fiamme Oro).
 
L'Italia si presenta al via con ambizioni importanti.
La specialità preferita in casa azzurra, la Mass Start, vedrà certamente Francesca Lollobrigida tra le favorite, lei che è giunta terza nella tappa di Coppa del Mondo di Minsk e capace di centrare un argento anche nei recenti Europei.
I significativi progressi fatti registrare dalla campionessa romana sulle distanze classiche le potrebbero consentire di cercare qualche buon piazzamento e migliorare i risultati ottenuti proprio su queste gare in carriera, certamente le maggiori possibilità continuano però a concentrarsi sulla gara in gruppo.
Proprio qui, al maschile, proverà a dare il suo meglio anche Andrea Giovannini, con affermazioni importanti in passato nella specialità e quest'anno spesso fermatosi, a causa della sfortuna, proprio ai piedi del podio, quarto proprio nell'edizione iridata dello scorso anno come in quella continentale 2020.
 
Altra gara da tenere sott'occhio è poi certamente quella del Tem Pursuit maschile, con il terzetto Giovannini. Malfatti-Tumolero pronto a dire la sua.
In stagione la vittoria nella tappa di Coppa del Mondo di Nur Sultan è stato il vertice più alto, seguito dal quarto posto ai recenti Europei.
La bronchite che ha impedito a Tumolero di partecipare alla rassegna continentale, insieme ai postumi che l'hanno seguita, ha di certo pregiudicato la preparazione della squadra azzurra in questa specialità nel corso delle ultime settimane, tuttavia l'Italia ripone comunque molta fiducia nel proprio terzetto.
 
Un altro osservato speciale sarà poi Davide Ghiotto, il migliore lo scorso week-end a Calgary sui 5.000 dove ha fatto registrare il primato personale sulla distanza: per il vicentino a Salt Lake City non solo i 5.000 ma anche i 10.000, gara di cui detiene il primato italiano.
Al femminile Noemi Bonazza, insieme a Lollobrigida, si giocherà le proprie carte su 1.500, 3.000 e Mass Start. Giovannini correrà i 5.000 e la Mass Start, Ghiotto i 5.000 e i 10.000, Tumolero proprio i 10.000 e nel Team Pursuit insieme a Giovannini e Malfatti con riserva Betti.
 
«Siamo qui per dare il massimo e provare a toglierci qualche soddisfazione nelle distanze su cui siamo maggiormente competitivi, – spiega il d.t. azzurro Maurizio Marchetto. – Nella Mass Start Lollobrigida ha grandi valori e pure Giovannini può indovinare la gara, mi dispiace che la bronchite di Tumolero non ci abbia consentito di preparare al meglio questo appuntamento con il Team Pursuit ma i ragazzi hanno già fatto bene sin qui e non molleranno.
«Ghiotto sta molto bene, lo ha dimostrato a Calgary sui 5.000 e i 10.000 sono ancor di più la sua specialità: vediamo cosa si riuscirà a fare.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni