Home | Sport | Sport Trentino | Pallamano Pressano: Capitan Alessio Giongo annuncia il ritiro

Pallamano Pressano: Capitan Alessio Giongo annuncia il ritiro

Termina la lunghissima carriera di una vera e propria leggenda giallonera: 25 anni in prima squadra di cui 9 da capitano, 550 presenze e 2.000 reti

Dopo oltre 30 anni di pallamano giocata, capitan Alessio Giongo annuncia il proprio ritiro da giocatore della Pallamano Pressano Cassa di Trento.
L’ala sinistra classe 1984 non vestirà più la storica maglia numero 18 nella stagione 2022/2023: una decisione maturata nel corso di questa stagione, dove l’inossidabile capitano ha perfezionato ulteriormente le proprie statistiche da recordman nella storia della società.
In prima squadra dalla stagione 1998/1999, per quasi 25 anni Giongo è stato una colonna portante del club trentino e con la insostituibile maglia giallonera ha conosciuto tutto il percorso di crescita della società, dalla Serie C alle vittorie di Coppa Italia e Supercoppa.
 
Capitano dal 2013, dopo 9 anni di fascia Alessio Giongo ha deciso di abbandonare il campo e chiuderà la propria brillante e storica carriera con 550 presenze e quasi 2.000 reti in maglia giallonera, a cui si sommano le numerose esperienze con le nazionali giovanili e la nazionale maggiore.
Quelle di Serie A Beretta con Carpi e Trieste saranno quindi le ultime due partite per Giongo in campo ma il cuore giallonero non resterà senza impegno: da sempre attivo anche fuori dal terreno di gioco, Giongo farà parte dello staff della società verso la quale si è da subito messo a disposizione nonostante il ritiro.
 
«È un passo importante, – commenta Giongo. – Perché dopo così tanti anni sarà strano abbandonare la routine da giocatore.
«Sono fiero di essere nato e cresciuto a Pressano ed aver giocato sempre con i colori gialloneri addosso [una stagione disputando il doppio campionato anche con Mezzocorona - NdR] e vorrei che la mia carriera fosse uno stimolo per tanti giovani.»
Termina quindi, ma solo sul campo, il lunghissimo matrimonio che ha reso capitan Giongo uno degli atleti simbolo nella storia della società: sabato al Palavis nell’ultima partita di campionato in casa contro il Carpi il pubblico giallonero e la società tributeranno una prima e meritatissima passerella alla carriera per il capitano che scenderà per l’ultima volta in campo sul parquet lavisano, dopo averlo percorso senza sosta per oltre 30 anni.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande