Home | Sport | Sport Trentino | Speed King: il trentino Lorenzo Ianes ancora protagonista

Speed King: il trentino Lorenzo Ianes ancora protagonista

C'è ancora Lorenzo in vetrina nel secondo atto del trittico Speed King Trentino: 21"13 per lo sprinter nei 200 del capoluogo – Costanza Donato a segno al femminile

image

Foto di Valeria Biasioni/ Fidal Trentino.
 
Lorenzo Ianes (Athletic Club 96 Alperia) batte un altro colpo. Dopo il primato personale di Arco di fine maggio (21"08) ribadito pochi giorni fa a Firenze per centrare il bronzo tricolore U23, il ventunenne trentino si è ripetuto stasera a Trento nel secondo atto dello Speed King Trentino, trittico di appuntamenti che si concluderà tra due settimane a Rovereto.
Ianes ha dominato la scena nel mezzo giro di pista fermando il cronometro sul 21"13 (+0,3 m/s), in un pomeriggio solo per brevi tratti bagnato da temporali spesso minacciosi ma mai invadenti.
Nella sua scia si sono inseriti con 21”55 il veronese Davide Rezzadori e con 21”56 l’altro trentino Enrico Cavagna (Us Quercia Trentingrana), rientrato da poche settimane dagli States che lo ospitano nel percorso di studi nel Missouri.
 
Al successo di Ianes, ha risposto nella prova femminile il 24”34 di Costanza Donato (Bracco Atletica), seguita dalla junior Nancy Demattè (Us Quercia Trentingrana) che con 24”54 ha migliorato di tre decimi il proprio primato personale, lasciandosi alle spalle la coetanea brissinese (entrambe classe 2004) Maria Burger (24”66); quinta piazza a sua volta con PB per l’altra diciottenne Sofia Trettel (Us Quercia Trentingrana, 24”89).
 
Il quadro dello Speed King comprendeva nell'appuntamento trentino anche la duplice sfida sui 400hs, confronto che al maschile ha premiato il fiemmese Samuele Delladio (Us Quercia Trentingrana) con 56"06 e al femminile la romagnola Francesca Amadori (Atletica 85 Faenza, 1'02"10).
Per quanto riguarda i concorsi, da segnalare il 2,11 nell'alto del bolzanino Mattia Meneghini (Css Da Vinci) ma anche il 7,05 nel lungo del rientrante Emanuele Giuliani (Us Quercia Trentingrana) che dopo sei anni di lontananza dalle pedane per motivi professionali si sto mettendo in notevole evidenza.
Con il gardesano Luca Santorum (Acquacetosa Roma) vincente nei 3000 metri sul piede del 9'02"51 imitato al femminile dalla venostana Emily Vucemillo (Sportclub Meran, 10'19"23 per precedere le compagne di team Frick ed Hofer), le staffette finali hanno salutato il successo dell'Atletica Valli di Non e Sole al femminile (Prantil, Giulia e Maddalena Torresani, Danzi) e del quartetto under 20 maschile dell'Us Quercia Trentingrana (Togni, Delladio, Gobbi e Furlan Pavesi che con 43"84 si è imposta approfittando della squalifica del Lagarina Cru Team trainato dal campione tricolore u23 dei 100 metri Lorenzo Paissan.

Tutti i Risultati.


Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande