Home | Sport | Sport Trentino | Approvati i nuovi criteri per le borse di studio studenti atleti

Approvati i nuovi criteri per le borse di studio studenti atleti

Le domande per il 2013 andranno presentate all'Ufficio Attività sportive dall'8 al 31 ottobre 2013

La Giunta provinciale di Trento ha oggi aggiornato i criteri per la concessione delle borse di studio a giovani atleti residenti in provincia di Trento e che frequentano un percorso di istruzione o di formazione. Le domande, relativamente all'anno 2013, potranno essere presentate nel periodo che va dall'8 al 31 ottobre 2013.
L'aggiornamento si è reso necessario sia in virtù di una mozione approvata in Consiglio provinciale che impegnava la Giunta a rivedere le modalità con cui vengono assegnate le borse di studio, sia per recepire quanto previsto dalla legge finanziaria 2013, che ha escluso l'applicazione nei criteri di assegnazione delle borse di studio dell'indice della condizione economica familiare (Icef).
 
Potranno quindi beneficiare della borsa di studio gli studenti atleti iscritti e frequentanti il secondo ciclo del sistema educativo delle istruzioni scolastiche e formative pubbliche e paritarie, oppure il primo anno di un percorso di istruzione o formazione successivo al conseguimento del diploma rilasciato al termine del secondo ciclo di istruzione e formazione.
Tali studenti dovranno avere la residenza in provincia di Trento da almeno tre anni; aver conseguito il diploma di scuola secondaria di primo grado con un giudizio pari o superiore a discreto; essere stati ammessi alla classe successiva con una valutazione media pari o superiore a sette (escluso il voto di religione) per gli studenti che frequentano il secondo ciclo; aver conseguito una votazione pari o superiore a 70/100 all'esame conclusivo del secondo ciclo di istruzione e formazione; non aver ripetuto più di un anni nel secondo ciclo scolastico.
Essere tesserati ad una associazione o società sportiva dilettantistica affiliata a una federazione sportiva nazionale o a una disciplina sportiva associata riconosciuta dal CONI; non essere un atleta professionista e non appartenere per professione a gruppi sportivi militari.
 
I richiedenti dovranno inoltre aver raggiunto almeno uno dei seguenti risultati sportivi nell'anno precedente la domanda:
- essere in possesso di una convocazione federale nella squadra Nazionale italiana con partecipazione ad almeno una delle relative competizioni previste;
- podio a singole competizioni svolte per l'assegnazione di un titolo di campione italiano di categoria o assoluto;
- militare nella formazione di massimo livello dilettantistico che svolge campionati di levatura nazionale;
- essere in possesso della convocazione nella rappresentativa provinciale/regionale da parte dell'organismo locale della Federazione sportiva e aver partecipato ad almeno una delle relative competizioni previste;
- podio a campionato europeo o mondiale.
 
L'importo della borsa di studio è di € 1.500,00.
Come si diceva, le domande dovranno essere presentate dall'8 al 31 ottobre 2013 all'Ufficio Attività sportiva presso l'Agenzia per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili. Maggiori informazioni possono essere richieste all'Ufficio Attività sportive, sig.ra Paola Scoz (tel. 0461493188).

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni