Home | Sport | Sport Trentino | «Trans Lac en du», notturna che apre la stagione velica del Garda

«Trans Lac en du», notturna che apre la stagione velica del Garda

In gara la nuova coloratissima «Elisir» del progetto «Hyak Onlus». – L'organizzazione curata dalla Canottieri Garda in collaborazione con il Circolo Vela Gargnano

image

Si mollano gli ormeggi. La vela sul Garda è tornata ad animare i vari week end invernali.
Rimandata a gennaio torna nel prossimo week end la «Trans Lac en Du», gara che di solito apriva la stagione, ma quest'anno rinviata alla notte di luna piena di febbraio.
La «Trans Lac en Du» è organizzata dalla Canottieri Garda e si corre con equipaggi di due persone.
Quest'anno sarà dedicata al velista salodiano Cristian Tarolli, scomparso nell'estate scorsa, vincitore della prima edizione di questa gara. La novità sarà il ritorno a Gargnano per la boa e lo «stop and go» a nord, il tutto grazie alla collaborazione del Circolo Vela Gargnano e della Marina di Bogliaco 2000 che ospiteranno la flotta della gara.
In gara ci sarà nuovamente una barca testimonial del progetto di vela terapia di «Hyak Onlus» del Cps di Salò, il Bad 27 «Elisir» dello skipper Max Goffi con una sua nuova versione coloratissima.
 
 COSA È HYAK ONLUS
L’obiettivo dell’associazione è quello di favorire, attraverso diverse modalità, l’integrazione sociale dei disabili mentali come organizzazione non lucrativa di utilità sociale.
Citiamo dallo statuto: «Scopo dell’associazione è lo svolgimento di attività con il fine di migliorare la qualità della vita delle persone affette da patologie psichiatriche e di promuovere e diffondere la cultura di una comunità per la salute mentale attraverso attività: risocializzanti, psico-educative, ludico-sportive, informative e culturali…»
 
Come esperienza operativa ha organizzato in collaborazione con altre associazioni onlus, società ed associazioni sportive o privati varie attività o iniziative: la prima in ordine di tempo è stato il restauro di un natante di categoria Piviere avvenuto con la partecipazione attiva degli iscritti alla associazione e di alcuni utenti dei servizi di psichiatria del nostro territorio di competenza CPS di Salò, CPS di Lonato come opera di volontariato (carteggiatura e riverniciatura) dello scafo e della coperta, sistemazione della dotazione per armare la barca alla navigazione a vela.
 
Dal del 2005 ogni anno si organizzano corsi di avviamento alla navigazione a vela per utenti con gravi problemi psichici.
Dal 2006 sono state organizzate presso gli ambienti della Società Canottieri Garda Salò, del Comune di Salò, delle scuole elementari di Toscolano-Maderno le giornate della «Salute Mentale» per l’anno 2006, 2007, 2008, 2009, 2010; durante queste iniziative sono state anche presentate le opere artistiche dei pittori di pittori locali quali Andrea Cadenelli e Monica Pasini;
 
Dall’anno 2007 Hyak partecipa alle diverse edizioni della famosa regata gardesana organizzata dal Circolo Vela di Gargnano: La Centomiglia in versione diportistica della «Centopeople», vinta lo scorso anno proprio dalla barca di Hyak, il «Cyrano» condotto dal dottor Gian Luigi Nobili, responsabile del Cps e del reparto di Psichiatria dell'Ospedale di Gavardo.
Nel 2011, 2012 e 2013 con il Circolo Vela di Gargnano sono stati organizzati i Campionati Europei e Italiani della Classe Access (Hansa Class), categoria di regata per disabili fisici.
 
Nelle foto, la coloratissima Elisir la barca del progetto Hyak Onlus che correrà sul Garda nella notte di luna piene di febbraio.
 

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni