Home | Sport | Sport Trentino | I «Ladroni» si ritirano dal campionato di Serie C2

I «Ladroni» si ritirano dal campionato di Serie C2

Mancano i numeri per proseguire la stagione. L'attività prosegue con le giovanili

image

>
Avrebbero dovuto giocare i Ladroni, d'ora in poi giocheranno solo i giovani.
Domenica è la data in cui si sarebbe dovuto svolgere a Rovereto il recupero dell'ottava giornata di campionato di Serie C2 tra la franchigia noneso roveretana e l'Altovicentino.
La partita, originariamente programmata per domenica 10 dicembre, era stata rinviata poiché proprio un'ora prima dell'inizio del match sul campo di Noriglio era iniziata un'abbondante nevicata che aveva reso ancora più inagibile il terreno già ghiacciato.
La sfida è stata posticipata a domenica 4 febbraio, finestra riservata ai recuperi, ma non si disputerà mai.
 
I padroni di casa hanno rinunciato alla contesa causa numeri insufficienti per poter schierare una formazione in grado di giocare e per lo stesso motivo non affronteranno la seconda parte della stagione.
L'episodio si ripete dopo quanto accaduto lo scorso anno quando il Lagaria venne estromesso dal campionato in corso a 3 giornate dalla fine, come regolamento vuole, per aver rinunciato in precedenza a 3 partite.
La lenta ma costante emoraggia di tesserati che perdura da un paio di stagioni è stata tamponata la scorsa estate attivando la collaborazione con i Cedroni della Val di Non, che si trovavano nella stessa condizione dei roveretani.
Ma l'entusiasmo dei primi giorni si è via via affievolito e, complici i risultati che non arrivavano (zero vittorie in un torneo che si è rivelato troppo elevato), la diaspora di giocatori è ricominciata al punto da non poter garantire la prosecuzione della stagione.
 
Un brutto colpo per la società roveretana, sempre presente ai campionati dal 2010, la quale è chiamata ora a ricostruire da zero o quasi la prima squadra e la sensazione è che, se non si troverà qualche altra nuova collaborazione (Benacense? Mezzolombardo?), si dovranno aspettare almeno uno o due anni per rivedere in campo i neroverdi a Noriglio.
In attesa di conoscere il destino degli adulti, domenica i colleghi più giovani, quelli dell'under 16, saranno di scena alle foci del Po' per vedersela contro il Villadose.
Anche in questo caso si tratta di un recupero (la gara si sarebbe dovuta disputare domenica 3 dicembre) e per questo motivo sarà questa l'unica formazione trentina impegnata questa domenica.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande