Home | Sport | Sport Trentino | Rugby, è arrivato il nuovo allenatore Massimo Soldani

Rugby, è arrivato il nuovo allenatore Massimo Soldani

«Ho trovato dei giocatori seri, determinati e volenterosi di fare bene ed ho già avuto modo di incontrare persone di notevole esperienza per completare lo staff»

image

>
Nei primi giorni di agosto riparte la preparazione della prima squadra con il nuovo coach Massimo Soldani (foto).
Un trascorso da giocatore nelle giovanili della gloriosa L’Aquila rugby e nel Paganica; tre anni allenatore u18, con collaborazioni federali, e un anno di coordinatore tecnico giovanili del rugby Trento.
 
«Sono contento per la fiducia che la società ha riposto in me, - ha dichiarato. - Ho trovato dei giocatori seri, determinati e volenterosi di fare bene ed ho già avuto modo di incontrare persone di notevole esperienza per completare lo staff.
«È doveroso ringraziare la Rotaliana Rugby che ha creduto nel progetto permettendo di ampliare la rosa di giocatori a mia disposizione.
«Faremo due settimane di intenso lavoro atletico con il nostro preparatore Alessandro Consoli, una pausa di recupero la settimana di ferragosto e successivamente a regime inserendo ovviamente la parte tecnica.
«Il mio obiettivo non è quello di vincere subito ma di costruire qualcosa di solido per provare a fare bene nel prossimo futuro, rafforzando il senso d’appartenenza a questo club da parte di giocatori, famiglie e tifosi tutti nonché valorizzando la cultura del lavoro svolto in campo durante la settimana.»
 
«Amo questo sport e i valori che mi ha trasmesso e con i quali sono cresciuto, - ha detto in conclusione. - Sono convinto che, insieme allo staff ed a tutte le persone che collaborano con la società, si arriverà a far conoscere il rugby sempre più diffusamente ed a raccogliere i frutti di quanto fatto da anni, con passione e sacrificio, nel settore giovanile e nel mini-rugby.
«L’unico rammarico è che dovrò abbandonare i ragazzi che, in questi quattro anni, mi hanno regalato tante soddisfazioni dal punto di vista umano e sportivo; è mia intenzione, comunque, far esordire in prima squadra quanti più giovani possibili e, nel contempo, portare i giocatori veterani e più esperti a seguire i tantissimi rugbisti che ogni pomeriggio si allenano nel campo di via Fersina.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone