Home | Sport | Sport Trentino | Pallamano, la stagione è conclusa per tutte le categorie

Pallamano, la stagione è conclusa per tutte le categorie

Pressano chiude dunque al settimo posto. Resta qualche dubbio per l’assegnazione dello Scudetto

La stagione 2019/2020 della pallamano italiana è conclusa.
La decisione è stata ratificata dal Consiglio Federale svolto ieri: tutti i campionati, dalle giovanili fino alla Serie A1, sono definiti conclusi e omologati con le classifiche stilate secondo il quoziente «punti/gare giocate».
Ufficialmente quindi i gialloneri chiudono al settimo posto la Serie A1 2019/2020.
Resta aperto uno spiraglio per l’assegnazione dello Scudetto: se la situazione dovesse migliorare, la FIGH ha lasciato aperta la possibilità di svolgere una Final 4 in Abruzzo a giugno a cui parteciperebbero Conversano, Bolzano, Cassano Magnago e Sassari.
Non ci saranno retrocessioni, mentre vengono assegnate le promozioni dalla Serie A2 che vanno d’ufficio alle prime nei gironi della serie cadetta: Molteno, Cingoli e Siracusa.

Sulla carta, dunque, la prossima stagione prevede una Serie A1 a 17 squadre senza PlayOff, con la speranza che tutte le aventi diritto si presentino ai nastri di partenza del massimo campionato, nonostante la situazione di totale incertezza verso il futuro soprattutto a livello sportivo.
È quindi un arrivederci a settembre – sperando che la situazione di emergenza sanitaria possa rientrare – quello che la pallamano italiana lancia ai propri appassionati, atleti, tecnici e dirigenti.
Sulla stessa lunghezza d’onda anche il sodalizio giallonero ha già lanciato l’appello a tutti i giovani del proprio vivaio a non perdere di vista l’importanza dello sport per ripartire con lo stesso entusiasmo, determinazione e passione il prossimo anno sportivo, riprendendo da dove si è bruscamente interrotta l’attività.
In cantiere anche diverse iniziative che punteranno a sensibilizzare l’ambiente giallonero nei confronti dell’emergenza e delle misure di prevenzione ma non solo.

Il motto «non molliamo mai» che contraddistingue la società trentina dovrà essere il fondamento per vedere la situazione migliorare e cominciare a ricostruire il percorso verso la prossima stagione che, ad oggi, appare ricco di ostacoli e punti interrogativi.
Nel frattempo l’attività fisica non si ferma: il settore tecnico nella persona del preparatore Alessandro Consoli sta coordinando ormai dall’inizio dell’emergenza per via telematica allenamenti individuali dall’Under 15 alla prima squadra, nell’ottica di mantenere attivi gli atleti e l’entusiasmo durante questa lunga pausa.
Con l’obiettivo primario di superare l’emergenza sanitaria, la sfida per la società giallonera sarà quella di mantenere compatto l’assetto societario, alimentando l’entusiasmo nell’ambiente e promuovendo i valori dello sport nella vita quotidiana soprattutto dei giovani per una sana e positiva ripartenza in futuro.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni