Home | Sport | Volley | Due conferme eccellenti al centro della rete trentina

Due conferme eccellenti al centro della rete trentina

Silvia Fondriest ed Eleonora Furlan al centro del progetto Delta Informatica Trentino

image

Fondriest in alto e Furlan in basso– Foto Alessio Marchi - Trentino Rosa.
 
Le due centrali Fondriest e Furlan vestiranno nuovamente la casacca gialloblù.
Per il terzo anno consecutivo Silvia Fondriest ed Eleonora Furlan vestiranno la maglia della Delta Informatica Trentino, formando una coppia di centrali di grande qualità ed affidabilità in un reparto completato dalla neo arrivata Valeria Pizzolato.
Due pedine fondamentali nello scacchiere di coach Bertini, considerate dagli addetti ai lavori tra le migliori interpreti del ruolo dell'intera categoria.
 
Per capitan Silvia Fondriest quella che scatterà tra pochi giorni sarà l'ottava stagione in maglia Delta Informatica Trentino, la quinta consecutiva.
La scorsa stagione la centrale roveretana ha inoltre ha avuto l'onore di sollevare al cielo il primo trofeo societario conquistato della società di patron Postal in Serie A, la Coppa Italia di A2, nella splendida cornice di un Pala Yamamay gremito da oltre 6.000 tifosi.
«Sono ovviamente molto contenta di proseguire la mia avventura con la maglia della Delta Informatica, – commenta la Fondriest. – Con la società c’è ormai un legame molto stretto che ci unisce da numerose stagioni ed è gratificante vedere anno dopo anno i continui miglioramenti in termini di organizzazione e di risultati.
«Uno dei motivi per i quali ho scelto di rimanere a Trento è senza dubbio il fatto di voler continuare a lavorare con gran parte del bellissimo gruppo dello scorso anno, anche per portare avanti il progetto e le idee di coach Bertini con il quale mi sono trovata davvero molto bene.»
 
Nonostante non siano mancate proposte da società blasonate ha sposato per il terzo anno di fila la causa Trentino Rosa anche la centrale Eleonora Furlan, da due anni top scorer di squadra nel fondamentale del muro e tra le migliori «muratrici» dell'intera categoria, come confermano i numeri: 84 muri in 24 partite nella scorsa stagione con 3,5 muri di media a partita per un totale di 215 punti totali tra tutti i fondamentali.
«Senza alcun dubbio sono felice di rimanere a Trento e difendere per il terzo anno consecutivo i colori di questa società, – commenta la Furlan. – La società ha dimostrato sempre più di essere credibile e professionale e mi sono sempre trovata a mio agio con le compagne e lo staff tecnico e societario.
«Il fatto che la società abbia deciso di confermare gran parte del gruppo della scorsa stagione e l’amaro in bocca per l'epilogo finale con la mancata promozione mi ha dato una spinta importante per proseguire la mia esperienza trentina.
«Non mi pongo aspettative ma vorrei tanto replicare quanto è stato fatto nella scorsa annata, perché la reputo una delle mie stagioni migliori di sempre.
«L'augurio è quello di toglierci molte soddisfazioni».

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni